A Mangone la festa di fine agosto si chiama “Ricoglitive”. Iniziativa per chi c’è e per chi ritorna

E’ IL GIUSTO richiamo: “Ricoglitive”. Chi, sentendo pronunciare questa parola dialettale piena d’affetto, urlata per essere immediatamente udita, non ricorda la voce di un familiare che dall’uscio di casa invitava a far ritorno? “Ritroviamoci a Mangone” è l’evento di fine agosto promosso nell’antico borgo a pochi chilometri da Cosenza. Manifestazione nata dalla ferma volontà dei giovani per porre l’attenzione su una Calabria laboriosa, viva, presente, “che ce la fa”. Anche quest’anno “Ricoglitive” ha spinto tantissimi emigrati a far ritorno a Mangone, dall’estero quanto d’Italia settentrionale, per riabbracciare parenti, amici, per rivivere luoghi d’infanzia e testimoniare con la loro presenza l’amore infinito per il territorio. In tanti, percorrendo il centro storico in questo weekend di festa, hanno incontrato persone del posto e ricordato momenti di vita passata. La terza edizione di “Ricoglitive” è stata un appuntamento di rilievo tra gli avvenimenti di fine estate in programma nelle Comunità del Savuto. Una manifestazione che bisogna riproporre perché è parte di quel recupero della tradizione necessario in rapporto alla cultura ed alla stessa microstoria. Il Museo fotografico delle storie di Mangone e la Mostra “Nostalgia, ricordo e meraviglia” hanno colorato, emozionato chi ha scelto di fermarsi a tracciare percorsi di memoria. Nel corso di “Ricoglitive” si è parlato di calabresi che hanno scelto di vivere, lavorare e produrre in questa terra spesso beffeggiata dalla continua, sciocca, informazione. Gli ospiti Francesco Bevilacqua, scrittore, Sergio Crocco, presidente de La Terra di Piero, Massimiliano Capalbo e Francesca Basile, imprenditori, sono testimonial di “belle storie di Calabria”. Musica, gastronomia, artisti di strada e giochi per bambini: una “ricetta” accogliente, dolce, vera che ha richiamato tanti al solo urlo di “Ricoglitive”.

Massimiliano Crimi

Data: 08 ottobre 2019.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Photo: Emanuela Montemurro.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com