La Nuova Rogliano vince con goal di Paciola e Bernaudo. Al novantesimo il ko per il Cassano

Iniezione di positività, ovvero, la giusta medicina del sabato appena trascorso “iniettata” dalla compagine rossonera allo “Zumpano”. In campo – come da regolamento – in undici a giocarsi i novanta minuti contro l’Asd Cassano Sybaris. Apparentemente molti di più per entusiasmo, grinta e voglia di vincere. Dalla panchina agli spalti l’obiettivo era uno solo: portare a casa i tre punti. L’ultima in tribuna dello squalificato mister Aceto; tanta responsabilità sulle spalle del suo secondo Perfetti. Consigli e tattica pre-partita nelle sedute d’allenamento fino a pochi minuti dal fischio d’inizio del vibonese Carlizzi. La prima fase di gioco non delude anzi, Paciola e compagni smistano, filtrano, impegnano il numero uno del Cassano. Al decimo minuto l’episodio clou. Il sempre presente (e affidabile) Sidoti si lascia tradire da una palla aerea che di testa non controlla nella giusta maniera permettendo alla punta Perri di puntare alla porta rossonera. Poche speranze per Gallo. Il vantaggio del Cassano è per alcuni minuti una tegola in testa sui tanti presenti. Solo per alcuni minuti perché le occasioni non mancano. Un tiro a giro del capitano del Rogliano passa poco sopra la traversa. Incursioni di Tucci, Merenda e Russo scaldano gli spalti. Cardamone a testa alta controlla, lancia per i compagni. Proprio dalle retrovie, da una ripartenza guidata dal centrocampo, un pallone filtrante raggiunge Paciola. È il quarantesimo, il capitano capta il pallone, nessuno lo raggiunge, freddamente spiazza il portiere del Cassano. Un gol con dedica alla sua Bianca (il calcio veicola messaggi positivi). Si va negli spogliatoi sul pari. La ripresa è un po’ lenta, qualche fallo in più spezza il ritmo, la partita non decolla. Il Cassano bussa alla porta rossonera. Gallo e difesa non si lasciano trovare impreparati: smontano le azioni degli ospiti. Lo scorrere del tempo non da merito alla prestazione del Rogliano. È pur vero che il Cassano fa girare il pallone nella seconda parte della partita, le prova tutte, vuole far bottino, ma il Rogliano c’è. Perfetti in panchina prepara i cambi. Il primo, Altomare per Fiumara, al ventisettesimo Bernaudo per Sidoti . Sono loro a contribuire in spinta e ritmo di gioco. Le azioni ci sono, manca il goal. Dagli spalti il tifo sale. Ultimi scampoli di partita. Al quarantacinquesimo l’ennesima incursione trova pronto Bernaudo che da un traversone tira fuori la zampata vincente. Il vantaggio rossonero accompagna la squadra sotto la tribuna per festeggiare questa meritata vittoria. Iniezione positiva per guardare alla prossima, la decima giornata, fuori casa, domenica a Cutro.

Massimiliano Crimi

Data: 04 novembre 2019.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com