Nulla di fatto al “Cosimo Zumpano” passa il PraiaTortora. Contestazioni per l’arbitro

NUOVA Rogliano 0 – Praia Tortora 1. Rossoneri ben messi in campo, motivati al punto giusto. Atteso scontro contro i secondi in classifica, per scalare una classifica che per la neo-promossa Nuova Rogliano a vederla in campo non sembra cosa difficile, anzi. Anche gli addetti ai lavori – dopo l’incontro di sabato al “Cosimo Zumpano” – asseriscono che qualcosa è andata storta. Si chiama arbitro? Il designato Aureliano da Rossano non ha risparmiato fiato fischiando, spazzando il gioco in momenti che vedevano il Rogliano tenere in mano le redini della partita. Anche i provvedimenti da cartellino contano e non poco: per Russo, Bernaudo e Grandinetti cartellino giallo, per Merenda e Altomare doppia ammonizione – nell’incredulità degli intervenuti allo stadio. Partita finita. Rogliano per gran parte del secondo tempo in nove. Intanto, rete del Praia Tortora a parte (realizzata al ventiduesimo del secondo tempo e nata da un calcio di punizione infranta in barriera e palla carambolata in aerea per il tocco finale di De Rose), per il numero uno del Rogliano è stata una partita quasi del tutto noiosa. Ma torniamo indietro alla prima frazione di gioco. Tucci cerca il goal già dai primi minuti, Paciola punta la porta in più occasioni. La difesa filtra bene schermando la retrovia, il centrocampo sa smistare servendo gli attaccanti. Il solito buon Cardamone preme fino allo stremo delle forze. Ripresa con la stessa intensità. Il numero otto rossonero con un tiro da fuori area impegna Marino, estremo difensore del Praia Tortora.  Mezza rovesciata di Tucci al sesto minuto in area per l’ennesimo e’ il segnale che il Rogliano c’è. Anche il pareggio, vista la grinta della compagine guidata dal secondo Perfetti è cosa non gradita. Ma si vuole portare a casa bottino pieno, lo si deve al mister assente da qualche turno. Ma come sempre il calcio è fatto di episodi.  Raccontando una partita del genere anche le azioni di gioco diventano secondarie. Le contestazioni sul finale rivolte all’arbitro per alcune decisioni quantomeno discutibili per un pubblico educato e sportivamente corretto come quello di Rogliano e’ stato il segnale che qualcosa non è andata nel verso giusto. Il campionato è lungo e faticoso. Così anche questa partita potrà essere archiviata come un brutto ricordo se  la Nuova Rogliano vista sabato saprà ripetersi come in altre occasioni.

Massimiliano Crimi

Data: 18 novembre 2019.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com