Presentato l’ultimo volume di don Enzo Gabrieli sulla figura di Giuda Taddeo “l’apostolo dal cuore grande”

E’ STATO presentato a Mendicino, nei giorni scorsi, il nuovo libro di Don Enzo Gabrieli dedicato a Giuda Taddeo “l’apostolo dal cuore grande” (Tau Editrice). Il volume è parte della collana relativa al progetto-laboratorio pastorale che comprende “La Pasqua di Giuda” (2012), “Le lacrime di Pietro” (2013), “Il credo di Tommaso” (2014), “Bartolomeo tutto di Cristo” (2015), “Giacomo. Il primo a bere al calice” (2016), “Matteo. Guardato con misericordia” (2017), “Andrea. Il primo chiamato” (2018) e “Giacomo il giusto” (2019”. L’iniziativa editoriale è ispirata dal ciclo di Catechesi che Benedetto XVI° ha tenuto durante le Udienze generali del mercoledì sulla figura de “I Dodici”. Si tratta di un invito alla lettura della vita (e dell’opera) dei Santi quali testimoni dell’opera di Dio, guida ed incoraggiamento “a proseguire” lungo la strada della verità e della salvezza. Giuda Taddeo (da non confondere con l’Iscariota) è il figlio di Maria di Cleofa (una delle tre donne presenti sotto la Croce) e di Cleofa-Alfeo. Cugino di Gesù, fratello di Giacomo, Giuseppe e Simone, secondo la tradizione extrabiblica avrebbe predicato il Vangelo prima in Giudea, poi in Samaria, quindi, in Idumea, in Siria e in Mesopotamia prima di essere martirizzato a Edessa, in Persia, nel 70 d.C.. Sarebbe stato proprio Lui a portare a Edessa (attuale Urfa, Turchia) il Mandylion, ovvero, il telo raffigurante il Volto di Cristo che in molti fanno coincidere con la Sindone conservata a Torino. A Taddeo (il magnanimo) è attribuita anche l’ultima breve lettera cattolica del Nuovo Testamento che precede l’Apocalisse. E’ definito “il Santo dei casi impossibili”. San Giuda Taddeo è “un uomo buono e magnanimo, così come ce lo consegna la tradizione ma – scrive l’autore – anche ardente di zelo e di passione, coraggioso e di grande integrità morale”. La presentazione del libro è avvenuta nell’ambito di una manifestazione (nelle foto) tenutasi presso l’auditorium della Chiesa di Cristo Salvatore alla presenza di esponenti delle istituzioni civili e religiose, intellettuali, parrocchiani, rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato cosentino. Apprezzati gli interventi di don Antonio Acri (sacerdote, collaboratore pastorale presso la Parrocchia Santa Famiglia in Castrolibero), Fabio Mandato (giornalista e scrittore), Antonella Salatino (ufficio Beni Culturali Diocesi Cosenza-Bisignano), suor Stefania Palumbo e dello stesso don Enzo. Parroco di San Nicola in Mendicino, giornalista e scrittore, docente di Teologia e Comunicazione presso l’Istituto Teologico Cosentino, don Gabrieli, ricordiamo, è autore di numerose pubblicazioni a carattere storico e scientifico. Nell’ambito della sua ricerca poetico-teologica ha pubblicato, di recente, il quarto volume dal titolo “Vibrazioni dell’anima. E’ vice presidente nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici (Fisc).

Gaspare Stumpo

Data: 12 gennaio 2020.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com