Presentato il quinto (ed ultimo) volume della collana “Rogliano. Frammenti di memoria in chiaroscuro” di Ferdinando Perri

“Un atto dovuto nei confronti di quei giovani, di ieri e di oggi, che ci hanno fatto gioire regalandoci momenti memorabili”. Ferdinando Perri non ha dubbi quando cita i protagonisti dello sport immortalati nel quinto libro della collana “Rogliano. Frammenti di memoria in chiaroscuro” (Editoriale Progetto 2000). Quasi duecento pagine in cui testi e foto testimoniano la passione dei roglianesi per le diverse discipline sportive, l’organizzazione e i successi (personali e di gruppo) che, dall’immediato Dopoguerra ai giorni nostri, hanno consentito di scrivere pagine straordinarie di storia sportiva e comunitaria. Una pubblicazione composta da centinaia di immagini di diverso formato selezionate, ordinate e presentate con riferimento soprattutto al calcio (agonistico ed amatoriale) ed alle circostanze legate a questo sport così popolare da far identificare la storia del Club con quella della Comunità. “Sono pochi – scrive infatti l’autore – coloro che non possono vantarsi di essere stati soci, atleti o tifosi del sodalizio rossonero”. Perri elenca nomi di dirigenti, allenatori, calciatori, tifosi e persino di arbitri. Descrive luoghi ed eventi, cita numeri, gesta e date, inserisce articoli di giornale e formazioni. Non lascia nulla al caso. Tutt’altro! Fa riferimento ad aneddoti, curiosità, cronache giornalistiche consegnando ai fruitori un vero e proprio “scrigno della Memoria” da sfogliare, leggere e commentare evocando con nostalgia tempi e situazioni a volte indimenticabili. Ma nel volume “I roglianesi e lo sport” c’è spazio anche per atletica, pallavolo, automobilismo, motociclismo, squash, bocce, biliardo, canottaggio, canoa, ciclismo, nuoto, judo, scherma, pallanuoto, basket, equitazione, sci, speleologia, pesca, caccia, tiro con fucile e pistola a testimonianza che da queste parti gli sportivi non si sono fatti mancare nulla. Il testo di Perri si arricchisce inoltre delle testimonianze di Giovanni Altomare, Nando Scalzo, Cesare Oddo, Franco Ambrogio, Giampiero Scalzo, Giovanni Reda, Nino De Rose, Teobaldo Aloe, Giancarlo Ciabattari, Mario Geracitano, Salvatore Sapia, Fernando Sicilia e Gaspare Stumpo. “Non c’è in Calabria, per quello che conosco – sottolinea l’editore Demetrio Guzzardi – un paese che abbia una collana di libri fotografici che racconti la propria storia, come Rogliano”. Il volume è stato presentato nell’ambito di una iniziativa a cui sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Giovanni Altomare, l’editore Demetrio Guzzardi, il fotografo Mario Greco, l’insegnante Mario Calabrese, l’onorevole Giovanni Dima, i giornalisti Mario Tursi Prato ed Emanuele Giacoia. L’evento è stato allietato da una performance musicale di Manuel Sottile e Michele Gabriele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *