Covid-19. L’Asp di Cosenza attiva 11 Unità Speciali di Continuità Assistenziali (USCA)

Con delibera 407 del 29 aprile 2020 il commissario straordinario dell’Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli ha istituito undici Unità Speciali di Continuità Assistenziali (USCA) destinate a persone affette da Covid-19 che non necessitano di cure nosocomiali o che sono state dimesse dagli ospedali.  Le USCA sono state attivate nei territori di Cosenza, Mendicino (nella foto), Rende Università, Acri, San Lucido, Scalea, Castrovillari, San Marco Argentano, Cassano allo Ionio, San Demetrio Corone e Cariati. Lo ha confermato il consigliere regionale Carlo Guccione. “È fondamentale infatti attuare una riorganizzazione territoriale del sistema sanitario: questa battaglia contro il coronavirus – ha ricordato Guccione – si vince sui territori, con la diagnostica a domicilio e il contenimento immediato dei focolai evitando che i malati si aggravino e arrivino in ospedale. Potenziare i servizi territoriali e prevedere ospedali dedicati solo a pazienti Covid-19: questa è la strada da percorrere”. (R.S.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *