Emergenza coronavirus. Cosenza, l’assessore Pastore si prepara alla Fase 2 per la ripartenza delle attività commerciali

“Il Comune di Cosenza continuerà a fare la sua parte, come ha fatto sin dal primo momento dell’emergenza, ma perché la Fase 2 venga avviata contenendo al massimo le difficoltà è importante la collaborazione di tutti, così come sarà importante avviare proficue sinergie con la Regione Calabria”.

Lo afferma in una nota l’assessore alla crescita economica urbana e alle attività economiche e produttive di Palazzo dei Bruzi Loredana Pastore.
“Già dalla fase iniziale dell’emergenza – sottolinea Loredana Pastore – abbiamo fronteggiato la situazione ponendo in essere tutta una serie di iniziative e attività finalizzate al contenimento della diffusione della epidemia. In questa direzione abbiamo garantito, lavorando in stretta collaborazione con il Corpo dei Vigili urbani, controlli capillari nelle attività commerciali food, affinché fossero seguite tutte le disposizioni governative. Abbiamo poi pubblicato un avviso per limitare al massimo gli spostamenti dei cittadini, indirizzando un invito ai commercianti autorizzati dalle disposizioni governative a proseguire la loro attività, affinché effettuassero le consegne a domicilio dei beni di prima necessità, tenendo, sul sito del Comune, l’elenco aggiornato degli esercizi commerciali che hanno aderito alla nostra iniziativa. Nel contempo, la Giunta presieduta dal sindaco Mario Occhiuto, ha, con la deliberazione n. 30 del 1° aprile scorso, deciso di sospendere i termini di pagamento dei tributi comunali. Una decisione assunta nell’interesse dei cittadini, in considerazione del fatto che la pandemia in atto sta causando, oltre che una gravissima emergenza sanitaria, anche delle conseguenze disastrose sull’economia dell’intero Paese e sull’economia locale, con notevoli difficoltà per l’intera popolazione ed in particolare per i soggetti più deboli. A questo si aggiunga che l’assessorato alle Attività economiche e produttive è costantemente in contatto con l’Asp per le attività di supporto e di informazione ai ristoratori per le consegne a domicilio. Ora – ha aggiunto l’assessore Pastore – stiamo pensando alla cosiddetta Fase 2 per la quale abbiamo chiamato a raccolta le associazioni di categoria per l’istituzione di un tavolo operativo/ consultivo, perché, mai come in questo momento, bisogna essere uniti e lavorare tutti insieme per la ripresa. Ogni contributo di idee diventa, quindi, necessario ed importante. Allo stesso modo riteniamo che un contributo di particolare rilevanza possa e debba venire dalla Regione Calabria, anche in considerazione del fatto che le possibilità di intervento per il Comune sono veramente molto ridotte. A questo proposito ho avviato una consultazione con gli assessori Fausto Orsomarso e Nino Spirlì, rispettivamente titolari delle deleghe allo sviluppo economico e piccola e media impresa (Orsomarso) e alle politiche del commercio e dell’artigianato (Spirlì) per individuare, all’interno delle misure che la Regione sta avviando per la Fase 2, quelle che possano prevedere un coinvolgimento diretto dei Comuni. Oggi è quanto mai necessario – ha concluso Loredana Pastore – evitare i proclami o le gratuite invettive o lezioni sui social, essendo venuto il tempo di praticare una politica che sia in grado di rimboccarsi le maniche nel tentativo di dare risposte concrete a chi, in questa fase difficile, sta pagando a caro prezzo una fase emergenziale senza precedenti. Noi staremo sempre dalla loro parte, anche nel momento della ripartenza delle attività commerciali, come sempre abbiamo fatto da quando siamo, con il Sindaco Occhiuto, alla guida della città”.

Fonte: Comune di Cosenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *