Zona rossa per quarantena equiparata a malattia, “tutelati” i lavoratori Alfagomma. Esulta la Cisl

EMANATA dalla Governatrice della Regione Calabria On. Jole Santelli, la nuova ordinanza regionale che conferma  la zona rossa relativa al solo Comune di Rogliano con l’esclusione  Santo Stefano di Rogliano in provincia di Cosenza. La stessa però, rispetto alla precedente,  è stata integrata con il provvedimento del Direttore Generale dipartimento Regionale  tutela della salute Dott. Antonio Belcastro,  recepito  dal dipartimento di prevenzione ASP Cosenza, guidato dal Dott. Mario Marino,  che attuando  le direttive governative equipara la “zona rossa” per quarantena obbligatoria,  istituita nei Comuni succitati, a malattia, consentendo, di fatto ai lavoratori residenti di certificare la propria posizione. Una importante dirimente risposta alla tematica che avevamo posto  come Femca Cisl, con cui avevamo evidenziato  la paradossale situazione di difficoltà in cui si erano venuti a trovare tanti lavoratori residenti nei succitati Comuni, ai quali non era consentito uscire dagli stessi, nemmeno per andare a lavorare, per pericolo di contagio da COVID-19. Ad alcuni di essi in particolare, per come avevamo sottolineato, circa 80 dipendenti dell’azienda Alfagomma Hydraulic, veniva negato l’accesso  in fabbrica per poter lavorare, in quanto provenienti da zone a rischio e sprovvisti di certificazione, nonostante si trattava e si tratta di soggetti perfettamente sani. Insomma un diritto negato da una assurda paradossale contraddizione di questa emergenza a cui, fino ad oggi, nemmeno le Istituzioni preposte, avevano saputo rispondere. Prendiamo atto di questo intervento che da risposte  concrete alle nostre reiterate sollecitazioni e  colma quel vuoto normativo che avevamo fortemente evidenziato come FEMCA Cisl. Un risultato importante che sana un evidente vulnus normativo che stava penalizzando tanti lavoratori che erano stati lasciati in una terra di nessuno. Un grande ringraziamento sentiamo di rivolgerlo al consigliere regionale On. Pierluigi Caputo che ha condiviso immediatamente la problematica, rispondendo alla nostra forte richiesta di supporto, prodigandosi, con atti concreti e tangibili, nel sostenere la nostra rivendicazione, con l’ottimo risultato ottenuto.

Fonte: Femca Cisl Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *