Rogliano, niente apertura di bar e ristoranti. Riaprono invece al pubblico gli uffici comunali

“Fino a nuove regole restano valide le disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri”. L’Amministrazione comunale di Rogliano è intervenuta nella discussione legata all’applicazione dell’ordinanza del Presidente della Giunta regionale della Calabria, Jole Santelli, per quanto riguarda le regole sulla riapertura di alcune attività commerciali in rapporto allo stesso DPCM. “Non è concessa l’apertura di bar, ristoranti o di altre attività seppure all’aperto e nel rispetto delle normative igienico-sanitarie atte a limitare il contagio da Covid-19. Questo – si legge in nota diffusa questa mattina – per evitare di vanificare gli sforzi ed i sacrifici fatti nelle settimane scorse dalla Comunità nell’arginare il contagio dal virus e per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica”. A tal proposito il vice sindaco Fernando Sicilia nel corso della trasmissione “Socialnews” condotta su Radio Hit On Air da Pasquale Altomare ha annunciato un provvedimento dell’Amministrazione comunale “che possa in qualche misura garantire i principi contenuti del DPCM”. Per Sicilia infatti “passare in pochi dalla zona rossa al rompete le righe ce ne corre”. L’assessore ha definito “un male la contrapposizione in atto tra Regioni amministrate dal centrodestra e Governo centrale, soprattutto – ha detto – in un periodo in cui la voce deve essere unica a causa dell’emergenza”. Riaprirà invece lunedì la totalità degli uffici comunali. La fruizione al pubblico dei servizi avverrà secondo orario (9 – 12), accesso ridotto e, comunque, con le modalità e le precauzioni indicate dall’Autorità per il contenimento del contagio da Coronavirus.

(Gaspare Stumpo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *