Il 9 maggio per la Festa dell’Europa la web conference “United in Diversity”

Nella ricorrenza del 9 Maggio si festeggia il 70 esimo anniversario della Dichiarazione Schuman. Infatti, il 9 maggio 1950, a pochi anni dalla fine della Seconda guerra mondiale, che aveva devastato il vecchio continente, Robert Schuman, ministro degli esteri del Governo francese, presentava la proposta di creare un’Europa organizzata; la proposta, nota come “Dichiarazione Schuman”, è considerata l’atto di nascita dell’Unione europea.

Attorno a questa data simbolica ogni anno si celebra la Festa dell’Europa con l’organizzazione di varie manifestazioni da parte delle Istituzioni europee e degli Stati membri. Anche quest’anno l’EDIC “Calabria&Europa” di Gioiosa Jonica ha festeggiato questa data simbolo a fianco delle scuole questo evento con un partenariato vasto ed importante.

Si è tenuta questa mattina dalle ore 10.30 sulla piattaforma meet di google l’incontro: “United in Diversity”. Un evento costruito insieme al Team di Asoc “Terra di Mezzo” di Crotone, con la partecipazione della Commissione Europea in Italia, della Fondazione Fava e di Libera Crotone. Un evento, che intende affiancare l’analisi di quanto l’Europa fa per tutelare l’Unione tra le diversità, con quanto è in atto per l’importante lotta per la legalità intorno alla quale non si stancano di lavorare studenti e docenti delle scuole calabresi come l’Istituto Ciliberti Lucifaro di Crotone.

Sono proprio i ragazzi del Team di Asoc Terra di Mezzo ad aver proposto la partecipazione di EDIC “Calabria&Europa”, al loro evento, dedicato alle vittime di mafia e all’analisi dell’infiltrazione criminale nell’utilizzo dei fondi Europei in Calabria. Un’azione stimolante e vissuta da veri cittadini attivi dagli studenti del Team crotonese che hanno animato il dibattito coordinati dalla professoressa Rossella Frandina, e dal dirigente Girolamo Arcuri dell’IIS Ciliberti Lucifaro. Da Roma ha parlato del ruolo di Europol e della lotta al crimine organizzato la dottoressa Claudia De Stefanis Team leader per la Comunicazione e le reti di Informazione della Commissione Europea in Italia. Per l’Edic “Calabria&Europa” le esperte Loredana Panetta e Alessandra Tuzza hanno dissertato sui valori del rispetto della dignità e della democrazia alla base della Carta Europea dei cittadini. Per il mondo della società civile emozionanti le testimonianze di Luisa Impastato della Fondazione che ricorda il giornalista fondatore di Radio Aut trucidato dalla mafia; del testimone di giustizia da tempo al fianco dei giovani Rocco Mangiardi, che ha riaffermato il ruolo giocato da ogni singolo cittadino contro le mafie. Quindi a rappresentare la Fondazione Giuseppe Fava la presidente Francesca Andreozzi. Per Libera Crotone il responsabile Antonio Tata e per l’Università della Calabria il professore Giancarlo Costabile.

Ancora una volta la discussione e il confronto hanno animato la festa dell’Europa nonostante le restrizioni dovute alla crisi Covid19 che da oltre due mesi costringe i ragazzi e i loro docenti a lavorare in remoto. L’occasione delle azioni di informazione collegate all’anniversario della Firma della Convenzione Schuman ha assunto un importante spunto di riflessione su cui studenti e docenti si sono confrontati con spirito critico con gli esperti ed i comunicatori europei.

Fonte: Associazione Eurokom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *