Altilia, un percorso destinato alla promozione del patrimonio culturale e religioso

Il Cammino di San Francesco di Paola, più nello specifico il contesto che attiene alla sosta del grande taumaturgo nel territorio di Altilia, sarà valorizzato attraverso la creazione di un percorso culturale destinato alla promozione del patrimonio culturale e religioso. La conferma è contenuta in una nota in cui l’Amministrazione comunale ha ufficializzato l’affidamento dell’incarico tecnico per la stesura di un progetto legato al potenziamento della Biblioteca comunale intestata a Emilio Ferrari. Nei pressi della struttura, che contiene volumi di notevole interesse storico e letterario, sorge infatti la Grotta Eremitica di San Francesco di Paola, la pertinenza del Convento che nella seconda metà del Quattrocento avrebbe ospitato il fondatore dell’Ordine di Minimi. Al suo interno, ricordiamo, si trovano affreschi che raffigurano  il Santo, la Vergine Maria e San Sebastiano. Due progetti consentiranno il potenziamento della Biblioteca ed il restyling della zona di accesso alla Grotta. Quest’ultima sarà resa più fruibile attraverso la creazione di viali e marciapiedi, l’abbattimento di barriere architettoniche e la collocazione di un sistema di protezione. Anche in virtù di tali interventi “la cultura – ha spiegato il sindaco Pasquale De Rose – potrà diventare veicolo determinante per i nostri centri abitati ricchi di arte e storia”. Ponendo l’accento sulle eccellenze locali, il primo cittadino ha sottolineato ancora una volta il valore legato ai portali ed agli stessi altari monumentali opera delle maestranze che lavorarono nel Savuto e in altri centri del Mezzogiorno dando vita ad una vera e propria scuola del Barocco con riferimento alla scultura tufacea ed all’intaglio ligneo.

(Gaspare Stumpo)

Fonte: Parola di Vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *