“Chi viene a Colosimi per le vacanze deve comunicarlo a Regione e Comune”. Appello del sindaco Giovanni Lucia

“AL FINE di tutelare l’incolumità e la salute pubblica di un’intera Comunità, invito rispettosamente, chiunque decida e/o abbia deciso di venire a soggiornare per le vacanze estive nel nostro piccolo centro montano, oltre che di registrasi come previsto dalla normativa vigente sul sito istituzionale della Regione Calabria, di darne tempestiva comunicazione anche ai nostri uffici”. E’ questo l’appello del sindaco di Colosimi, Giovanni Lucia, rivolto ai non residenti. In un messaggio diffuso nelle scorse ore il primo cittadino ha precisato, infatti, che in tal caso potrebbe esistere la necessità di effettuare, in maniera del tutto facoltativa, il tampone orofaringeo “per prevenire e/o scongiurare possibili casi di positività al Covid-19”. “Nessuna Apartheid o discriminazione sociale ma – ha scritto – uno strumento di protezione per una piccola Comunità come la nostra, che potrà diventare un marchio di qualità per il soggiorno presso le nostre strutture ricettive sia private che pubbliche”. La presa di posizione di Giovanni Lucia, che potrebbe innescare discussioni e polemiche, è scaturita dalla necessità di salvaguardare la salute dei suoi concittadini “ed evitare per il prossimo futuro, il rischio concreto di un’ulteriore fase di contagio”.

(Gaspare Stumpo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *