Bianchi. Grest 2020, la “bella storia” post Covid dedicata ai più giovani

COL MOTTO “Una bella storia. Io sarò con te” e tema “COnVIDa 20” ha preso il via il Grest (Gruppi Recreativi Estivi) giunto alla 5^ edizione. Incontri- vacanze educative, animazione, giochi, gite e laboratori per circa 30 adolescenti di Bianchi promossa dall’Unità pastorale e oratorio “San Domenico Savio”. A seguire il nutrito gruppo di ragazzi della scuola Primaria, il parroco don Giuseppe Trotta e Suor Luisa ed Evelina del SS. Sacramento collaborate da dieci animatrici adulti.  Dal 6 al 18 luglio i ragazzi si ritrovano dal lunedì al venerdì (dalle 10 alle 12) presso l’oratorio e in alcuni spazi messi a disposizione dall’Amministrazione comunale. Tanti i giochi e il divertimento per i ragazzi che, sotto la guida dei rispettivi animatori seguono ed interpretano quanto gli viene proposto cementandosi con gioia dopo mesi di inattività fisica dovuta al Coronavirus.

Gli organizzatori hanno dovuto prendere ulteriori precauzioni, innanzitutto formando piccoli gruppi e mettendo in campo le direttive per evitare assembramenti e contatti fra i partecipanti. Numerosi i partecipanti alla Santa Messa all’aperto davanti la Casa comunale, tra cui anche il sindaco Pasquale Taverna, molto compiaciuto dell’iniziativa, don Giuseppe nel presentare l’esperienza e consegnare il kit ai partecipanti ha detto “Cari ragazzi sarà occasione bella e grande di impegno, condiviso e spirito di servizio”. Per le suore “l’esperienza Covid può essere trasformata in un’esperienza educativa per apprezzare di più ciò che ci circonda! Relazione con il creato, con sé stessi, con gli amici, con Dio Padre!”. Il sindaco Taverna a margine della manifestazione afferma: <<i l nostro impegno di amministratore è quello di sostenere e collaborare per quanto possiamo con l’Unita pastorale (Bianchi-Colosimi, ndr) che in questi anni, con la sua dinamicità rassicura le famiglie e si prende cura dei ragazzi del territorio non solo nei mesi estivi. Il Grest è una opportunità, un servizio fondamentale per la crescita dei ragazzi e in questo anno di Covid, riveste particolare importanza. Un grazie di cuore al parroco, alle suore e agli animatori che con amore, passione e delicatezza dedicano il loro tempo ai più piccoli. Cari ragazzi auguro a voi una crescita sana, aperti al mondo e con lo sguardo al futuro, perché voi giovani siete il futuro della Comunità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *