Mangone, riaperta al culto la Chiesa della Madonna dell’Arco

E’ STATA riconsegnata al culto la Chiesa della Madonna dell’Arco in Mangone. L’antico edificio religioso risalente al XVII° secolo, ricordiamo, è stato interessato da importanti lavori strutturali, a partire dal tetto fino alla messa in sicurezza della volta a inizio altare. Il lungo periodo di chiusura è terminato grazie all’intervento sostenuto economicamente dalla Regione Calabria ed in parte dalla Curia Arcivescovile. Importante è stato anche l’apporto dei fedeli. Diverse offerte sono arrivate infatti dai mangonesi residenti in Italia e all’estero.

Alle ore 17.30 la statua della Vergine ha raggiunto, dalla Chiesa di San Giovanni Evangelista, dove era stata temporaneamente collocata, il piazzale dell’edificio religioso restaurato. La solenne funzione è stata celebrata all’aperto secondo le indicazioni vigenti in tempo di Covid. Ha consentito anche una maggiore presenza dei devoti e la partecipazione di autorità civili, religiose e militari. Tra queste, oltre al sindaco del luogo, Orazio Berardi, al parroco, don Francesco Spadafora, i sindaci della zona, il consigliere regionale Pierluigi Caputo, il presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Francesco Iacucci e il comandante della Compagnia Carabinieri di Rogliano, Mattia Bologna.

Le funzioni religiosa (nella foto) è stata concelebrata dall’Arcivescovo di Cosenza – Bisignano, monsignor Francesco Nolè.

Un ampio servizio sull’importante evento mangonese sarà pubblicato nei prossimi giorni sul settimanale “Parola di Vita” a firma di Gaspare Stumpo e Massimiliano Crimi. (R.S.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *