Covid 19, notizie a rilento sui tamponi. Aumentano i guariti ma c’è una terza vittima nel Savuto

EMERGENZA Coronavirus: “nessuno ha ordinato il rompete le righe”. I dati sui tamponi effettuati dall’Asp nella Valle del Savuto o tardano ad essere trasmessi agli Enti comunali o, in seconda analisi, il numero di tamponi effettuati si è azzerato. La corretta informazione al cittadino sui casi del territorio è ferma infatti a giorni addietro. Bollettini coronavirus “congelati”. Il “restate a casa” e le misure di contenimento del virus vanno rispettate più di ieri. Nessuno pensi di essere immune. Se l’informazione non c’è l’emergenza è attiva. La data del 3 maggio non è un traguardo, è un punto di ri-partenza. Nel segno del buon senso, rispettando le norme di distanziamento sociale, evitando il più possibile assembramenti, stando lontani da comportamenti scorretti. Sarà il giorno di ripartenza del sistema economico-sociale. Guardando più da vicino a casa nostra aumentano fortunatamente i guariti ma si registra, purtroppo, un nuovo decesso nel Savuto. P. B. 63 anni, di Belsito, si è spento questa mattina presso il reparto delle Malattie infettive di Cosenza. Risultato positivo al Covid-19, una lunga degenza in reparto prima di una terribile crisi respiratoria che lo ha portato al trapasso. Salgono dunque a tre i cittadini del Savuto che hanno lasciato i propri cari a causa del virus. Uno a Rogliano, un secondo a Marzi, un terzo a Belsito.

(Massimiliano Crimi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *