Marijuana in casa, i Carabinieri arrestano un quarantenne ed una ventisettenne

I Carabinieri della Compagnia di Paola, nonostante l’emergenza sanitaria in atto, hanno incrementato le attività di prevenzione e contrasto dei reati in materia di stupefacenti. I militari hanno arrestato O.E., 40enne di Cetraro noto alle Forze dell’Ordine, ed una ragazza 27enne. I due sono accusati, in concorso, di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

I militari dell’Aliquota Radiomobile, impegnati in articolate attività di controllo del territorio dell’area urbana di Cetraro – con il supporto di personale del Nucleo Carabinieri Cinofili di Vibo Valentia e dei colleghi della Stazione di Cetraro Marina- hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione in uso ai due. Poco prima dell’accesso all’interno della casa, il dispositivo di cinturazione ha osservato la giovane ragazza – probabilmente convinta che non vi fosse nessuno sul retro dell’immobile – lanciare un borsone dalla finestra di un locale poi rivelatosi essere la mansarda. All’interno del borsone, recuperato immediatamente, erano occultati 9 involucri contenenti marijuana per un peso complessivo di 15,230 chilogrammi.

L’accurata perquisizione dell’abitazione, condotta con l’ausilio di Black – pastore tedesco in forza al Nucleo Carabinieri Cinofili di Vibo Valentia, specializzato nella ricerca di sostanze stupefacenti – ha consentito di rinvenire un ulteriore involucro, del peso di 470 grammi, contenente sempre sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Gli arrestati, terminate le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Paola, coordinata dal Procuratore Pierpaolo Bruni, sono stati tradotti presso le case circondariali di Paola e Castrovillari, a disposizione dell’A.G. procedente.

Fonte: Legione Carabinieri Calabria – Compagnia di Paola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *