Di Natale: “ci sono le condizioni affinché il S. Barbara torni ad essere un ospedale di riferimento”

“IL SANTA Barbara è un ospedale centrale per quanto riguarda il Savuto. Andrebbe <rimesso in piedi> per garantire la sicurezza dei cittadini: dal pronto soccorso ai reparti, attraverso un piano di razionalizzazione rispetto alla specificità che all’ospedale stesso vogliamo dedicare”. Lo ha detto il consigliere regionale Graziano Di Natale (nella foto) nel corso della trasmissione “Fase2” condotta da Massimiliano Crimi sulle piattaforme social Radio Hit On Air, Casa Crimi e sulla sezione “Live” del giornale on line savutoweb.it. “E’ necessario – ha affermato Di Natale – che questo ospedale, subito dopo l’emergenza Covid (e in questo momento ci sono le condizioni) ritorni ad esplicitare la sua attività, individuando insieme all’Azienda ospedaliera di Cosenza e ai direttori che si occupano della riorganizzazione della Rete Ospedaliera, settori che possono essere sviluppati capaci di dare risposte al territorio”. Di Natale, che ha garantito il suo impegno rispetto alla vertenza sul rilancio del Santa Barbara, ha fatto riferimento alla complessità dell’area geografica che fa riferimento alle diverse Comunità del Savuto, soprattutto sul piano dei collegamenti in rapporto alla centralità del nosocomio e alla distanza con la Città capoluogo”. “Per questo – ha poi concluso – è necessario dotare questo Presidio degli strumenti necessari  a tutela della salute dei cittadini”.

(Gaspare Stumpo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *