Test sierologici, i sindaci del Savuto scrivono al Ministero. Altomare: “tenete conto anche del nostro territorio”

CON UNA lettera inviata nel tardo pomeriggio di oggi a Ministero della Salute, Istat, Anci Calabria e Asp Cosenza, il sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, in qualità di portavoce degli amministratori della Vallata e più in generale di quelli del comprensorio Sud Cosentino, ha chiesto l’inserimento dei territori di Rogliano e Santo Stefano di Rogliano (già zona rossa), di Belsito, Carpanzano, Colosimi, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Mangone, Marzi e Parenti colpiti dai contagi Covid-19, nell’elenco dei Comuni selezionati per l’indagine tramite test sierologici a campione. Altomare ha evidenziato le difficoltà di ordine socio, sanitario e assistenziale provocate dalla pandemia (150 casi di positività e, purtroppo, 3 decessi nella zona) con notevoli difficoltà all’interno della popolazione. Nella stessa missiva il primo cittadino ha chiesto che l’elenco venga allargato alle Comunità del Savuto che non hanno subito contagi (Altilia, Bianchi, Cellara, Malito, Panettieri, Pedivigliano e Scigliano) “in ragione della contiguità territoriale delle macrozone interessate”. I sindaci hanno anche chiesto “di sapere i motivi per cui nell’elenco di che trattasi, paradossalmente, non siano stati compresi tutti i Comuni di quella che risulta essere la zona della Calabria maggiormente colpita dalla virulenza”.

(Gaspare Stumpo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *