Sanità, Caputo e De Caprio incontrano Cotticelli. «Sollecitato lo sblocco delle assunzioni con lo scorrimento di graduatoria»

L’OBIETTIVO è quello di dotare gli ospedali e le aziende sanitarie presenti sul territorio regionale di nuovo personale da impiegare a tempo indeterminato e nel più breve tempo possibile. Di questo hanno discusso in un incontro che si è tenuto negli uffici del dipartimento salute alla Cittadella i consiglieri regionali Pierluigi Caputo (Santelli Presidente) e Antonio De Caprio (Forza Italia) con il commissario Saverio Cotticelli. Al termine della riunione, infatti, è stato proprio l’ex generale dell’Arma dei Carabinieri ad inviare una comunicazione alle aziende ospedaliere e sanitarie con la quale si chiede di «agevolare le assunzioni autorizzate dai piani del fabbisogno del personale». Il tutto, utilizzando le «graduatorie in essere presso le amministrazioni» destinatarie della missiva. Toccherà dunque alle Aziende verificare se sussistano le condizioni per procedere subito alle assunzioni e nel frattempo i due componenti della maggioranza che sostengono il presidente Jole Santelli non possono che ritenersi soddisfatti per la richiesta protocollata dal commissario Cotticelli. «Ci siamo fatti portavoce delle difficoltà di cui siamo a conoscenza e che riguardano gli ospedali calabresi – spiegano i due consiglieri. Nello specifico abbiamo evidenziato come le strutture sanitarie presenti in provincia di Cosenza vivano un momento di forte difficoltà e che può essere superato soltanto con l’incremento di personale a servizio degli utenti che hanno necessità di cure ospedaliere». I due consiglieri puntualizzano come: «il ricorso allo scorrimento delle graduatorie già attive, rappresenta al momento l’unico strumento a disposizione per permettere di avere nuove professionalità e nel minor tempo possibile». Gli ultimi mesi di emergenza sanitaria hanno evidenziato ancora di più come sia necessario avere a disposizione personale medico e paramedico. «Non possiamo sottrarci alle nostre responsabilità di amministratori – concludono Caputo e De Caprio. Così come il personale sanitario ha fronteggiato l’emergenza Covid-19, noi adesso dobbiamo fare in modo che gli ospedali abbiano la dotazione organica e strumentale che meritano. Per questo ringraziamo il commissario Cotticelli non solo per la celerità con cui ha comunicato alle aziende la possibilità di ricorrere agli scorrimenti di graduatorie, ma anche per essersi prodigato affinché con apposite strumentazioni non vengano interrotte le mammografie all’ospedale di San Giovanni in Fiore  in attesa che venga acquistato un mammografo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *