Italia del Meridione, nominati i coordinatori di zona. Tutti i nomi

L’Italia del Meridione continua senza soste la sua azione di riorganizzazione sul territorio e di rilancio dell’iniziativa politica. In questi giorni, dopo un minuzioso lavoro di ascolto, il segretario provinciale Idm Emilio De Bartolo ha provveduto a nominare,su mandato della Direzione regionale e in sintonia con il segretario regionale Nicodemo Filippelli e il segretario federale Orlandino Greco, i coordinatori di Zona del Movimento, individuati fra amministratori locali e figure rappresentative delle diverse aree della Provincia di Cosenza, omogenee per territorio e vocazione, che saranno i seguenti: Alto Tirreno Vincenzo Capogrosso (già assessore Santa Maria del Cedro); Medio Tirreno Francesco De Cesare (ex assessore Paola); Basso Tirreno Ernesto Nicastro (imprenditore Cleto); Pollino Serena Carrozzino (ex consigliere comunale Castrovillari); Alto Jonio Paolo Stigliano (sindaco Canna); Basso Jonio Valerio Zumpano (consigliere comunale Mandatoriccio);  Arbereshe Jonico Gian Carlo Macri’ (già assessore San Demetrio Corone);  Alto Esaro Angelo De Maio (assessore San Donato Ninea); Basso Esaro Fernando Iannuzzi (già sindaco Spezzano Albanese); Media Valle del Crati Dario Fusco (consigliere comunale Lattarico); Riva Destra Crati Emilio Turano (consigliere comunale Acri); Sila e Presila Patricia Polillo (Casali del Manco); Savuto Manolo Talarico (già sindaco Colosimi); Area Urbana Corigliano-Rossano Antonio Plastina; Area Urbana Cosentina Giovanni Greco (sindaco Castrolibero); Serre Cosentine Edoardo Vivacqua (sindaco Marano Marchesato);

La nomina dei Coordinatori di Zona, che segue quella delle Direzione provinciale, insediatasi qualche settimana fa e a cui seguirà la nomina dei commissari cittadini e del coordinamento tecnico-tematico, rappresenta un altro significativo tassello del grande mosaico che Idm sta realizzando al servizio del territorio e delle istanze dei cittadini. Idm è pronta per affrontare le prossime e imminenti sfide elettorali, sia per quanto riguarda le elezioni comunali di fine settembre che quelle provinciali di inizio dell’anno prossimo e vuole sempre di più essere punto di riferimento di quanti intendono la politica come impegno dal basso e per il territorio. A questo proposito uno degli impegni prioritari e immediati del Movimento sarà quello di richiamare l’attenzione delle Istituzioni regionali e vigilare affinché, rispetto all’emergenza rifiuti, che rischia di diventare anche una emergenza sanitaria, si programmi una strategia di medio e lungo periodo che eviti il riproporsi del triste spettacolo dell’immondizia per le strade, soprattutto alle porte della breve stagione turistica che ci aspetta. Non è più tollerabile che per incapacità di programmazione e perfino incuria, si sia costretti a conferire i propri rifiuti fuori Regione, con conseguente aggravio dei costi per la Regione, i Comuni e in definitiva per i cittadini. Si pianifichi e si realizzi ,una volta per tutte, il ciclo integrato dei rifiuti che, dalla raccolta differenziata, passando per il trattamento e il riutilizzo conduca a uno smaltimento fisiologico e non più di dimensioni incontrollabili. Su questo Italia del Meridione continuerà la propria battaglia in difesa dei cittadini calabresi.

Fonte: Italia del Meridione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *