Santo Stefano di Rogliano, tutte le decisioni dell’ultimo Consiglio comunale

IN DATA 30 luglio 2020 presso i locali dell’Azienda Calabria Verde (ex sede della Comunità Montana del Savuto) in località Vallegiannò si è svolto il Consiglio Comunale di Santo Stefano di Rogliano.

Il sindaco, dottoressa Lucia Nicoletti, in qualità di presidente del Consiglio ha dato inizio ai lavori consiliari alla presenza del segretario comunale, avvocato Carmelo Bonavita e alla presenza di tutti i consiglieri di maggioranza. I consiglieri di minoranza del gruppo “Comune in comune” Ida Paola Cerenzia, Francesco Garofalo e Simona Mancuso erano assenti.

La discussione è iniziata con l’approvazione dei punti all’ODG:

  • Approvazione dei verbali delle sedute precedenti;
  • Approvazione del PAES (Piano d’Azione per l’energia Sostenibile); nel giugno del 2011 il Comune di Santo Stefano di Rogliano aderì al patto con i Sindaci per ridurre l’emissione di CO2 sui rispettivi territori comunali. L’Amministrazione attuale ha proseguito nel raggiungimento di questo importante obiettivo attraverso una serie di opere quali installazione di impianti  fotovoltaici presso le varie strutture presenti sul territorio; (scuola dell’infanzia, scuola primaria, palazzetto, asilo nido e sede comunale), installazione di pompe di calore ed efficientamento della pubblica illuminazione con impianti a Led e con altre opere in corso di progettazione ed in attesa di finanziamento;
  • La manovra tributaria di competenza consiliare che riguarda l’imposta TARI è stata rimandata invece al 30 settembre 2020  data ultima per l’approvazione del piano economico e finanziario; a tal riguardo si è discusso di un possibile aumento della tariffa TARI per far fronte alle spese di conferimento dei rifiuti in discarica; l’intera amministrazione auspica e lavora per una soluzione meno dispendiosa possibile a tutela del cittadino;
  • approvazione della manovra tributaria di competenza consiliare dell’IMU; a riguardo le tariffe sono rimaste invariate nonostante l’emergenza Covid abbia notevolmente inciso sull’intero sistema economico finanziario;
  • Il Consiglio prende atto dell’esito di una ricognizione effettuata sul territorio per cui risulta che questo Comune non ha aree  e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività per attività produttive e terziarie da cedere in diritto di superficie o di proprietà;
  • Approvazione del DUP ( Documento unico di Programmazione);  sul punto ha relazionato la responsabile dell’ufficio finanziario, rag. Francesca Montemurro, che ha analizzato gli aspetti relativi al fabbisogno di personale, ai lavori pubblici e alle valorizzazioni dei beni patrimoniali.

La relazione da parte della responsabile dell’ufficio finanziario è proseguita con l’esposizione del bilancio di previsione finanziario 2020/2022 (art. 151 del d.lgs n. 267/2000 e art. 10 d.lgs. n. 118/2011).

In merito  alle spese di investimento ha relazionato, invece, il sindaco dottoressa Lucia Nicoletti. In dettaglio si registrano  investimenti per:

  • l’adeguamento antisismico della sede comunale (in corso di esecuzione per un importo di circa 1 milione di euro);
  • l’adeguamento antisismico della scuola primaria e secondaria di primo grado ( in corso di esecuzione per un importo di circa 700.000 euro);
  • l’efficientamento della pubblica illuminazione ( per un importo di circa 170.000 euro);
  • l’ampliamento della rete di pubblica illuminazione (per un importo di 50.000 euro circa)
  • la realizzazione dell’impianto di depurazione in località Vico (per un importo pari a 200.000 €);
  • il restauro della facciata esterna del santuario di Santa Liberata (per un importo pari a 300.000,00 €);
  • l’efficientamento energetico dell’impianto sportivo polivalente “G.Venneri” (per un importo pari a 335.623,89 € in attesa di decreto);
  • la realizzazione palestra coperta in località Vallegiannò (per un importo pari  a 314.176,98 € in attesa di decreto da parte del CONI).

Ulteriori opere riguarderanno la realizzazione di nuovi loculi cimiteriali comunali (con utilizzo dell’avanzo di amministrazione) e la messa in sicurezza delle strade e della rete fognaria (con finanziamento regionale pari a 57.000 euro).

Inoltre il sindaco ha relazionato sui numerosi progetti avviati e realizzati: il progetto di mobilità in deroga, insonorizzazione di un’aula della scuola dell’infanzia, ottimizzazione della rete internet per l’edificio comunale e di efficientamento della pubblica illuminazione; opere di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzate grazie alla continua collaborazione con Calabria Verde ed il Consorzio di bonifica;

sono in via di definizione, altresì, le procedura di affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, per la manutenzione della pubblica illuminazione e per la gestione dell’impianto di depurazione comunale.

Confermati anche per l’anno 2020 il progetto “Santo Stefano come Gubbio” e il progetto “Un albero per ogni nato”.

Rinviato, invece, il progetto delle cure termali  rivolto agli anziani non potrà essere garantito in virtù del rischio medico sanitario legato all’emergenza Covid 19.

In relazione agli argomenti proposti dai consiglieri comunali di minoranza, si è rimandata la discussione in seduta successiva alla presenza dei consiglieri stessi.

Fonte: Comune di Santo Stefano di Rogliano (Cosenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *