Piano rilancio Stati Ue. Granato e Parentela (M5s): “ora ci sono le condizioni per l’effettiva rinascita del Sud e della Calabria”

«All’Italia toccano 209 dei 750 miliardi del piano di rilancio degli Stati dell’Unione Europea, finalmente così approvato grazie alla tenacia e all’autorevolezza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Si tratta di un risultato storico, fondamentale per la ripresa effettiva del Sud e dunque della Calabria». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5S Paolo Parentela (nella foto) e Bianca Laura Granato, che aggiungono: «abbiamo ottenuto maggiori risorse di quanto previsto. Ora è il momento di lavorare tutti insieme per la ripresa del Mezzogiorno, per far rinascere l’intero Paese eliminando le vecchie disparità sul diritto alla salute e al lavoro, causa di continua emigrazione soprattutto dalla regione Calabria. La tutela dell’ambiente, l’energia pulita e la sostenibilità delle attività produttive saranno la nostra bussola per valorizzare le vere vocazioni dell’Italia, intanto l’agricoltura, il turismo e i beni culturali». «Ci sono allora tutte le condizioni – proseguono i parlamentari del Movimento 5 Stelle – per il riscatto del territorio calabrese, cui vanno aggiunti gli investimenti contemplati nel Piano per il Sud, i nuovi aiuti per l’imprenditoria giovanile nel Mezzogiorno e l’impegno fisso del governo per la legalità e il contrasto delle organizzazioni criminali. Da qui in avanti tutti i parlamentari calabresi – concludono Parentela e Granato – dovremo, a prescindere dalle appartenenze e dalle bandiere di partito, far fronte comune per la determinazione dei criteri di ripartizione delle risorse disponibili. Occorre partire dalle condizioni di svantaggio delle singole regioni italiane e dal bisogno di interventi mirati nei settori pubblici più importanti, a cominciare dagli ospedali e dall’assistenza territoriale».

Fonte: Ufficio stampa parlamentari Bianca Laura Granato e Paolo Parentela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *