Conferenza Programmatica Zonale del Savuto

Iniziativa promossa da Rifondazione Comunista.

L’iniziativa è stata promossa dal partito della Rifondazione Comunista con l’intento di “tornare sui problemi del territorio, ripartendo dal territorio”. L’evento politico è stato suddiviso in due giornate, con un programma “denso di partecipazioni esterne e plurali che – hanno affermato gli organizzatori –  testimonieranno il loro punto di vista su cui tentare una sintesi per arrivare ad una piattaforma programmatica e ad una mobilitazione partecipata che potranno essere prese ad esempio ed estese a tutto il territorio regionale per determinare, appunto, un’alternativa credibile ed incisiva al governo delle destre in Calabria”. La conferenza programmatica dal tema “Partire dalle emergenze ambientali e sociali del territorio per determinare una alternativa al Governo regionale”, è stata avviata nella mattinata di ieri presso il Centro Anziani di Grimaldi. Esponenti politici, amministratori locali, sindacalisti e cittadini, hanno cominciato a confrontarsi sulle principali problematiche che interessano il comprensorio, con particolare riferimento alle questioni sociali, dell’ambiente, del lavoro e del precariato, che nell’area del Savuto oggi risultano particolarmente sentite e discusse. I lavori si sono aperti con il saluto di Paola Saccomanno e del segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Angelo Broccolo. A seguire le relazioni dell’assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Cosenza, Ferdinando Aiello, e di Rocco Tassone. Le crescenti difficoltà  economiche delle famiglie, il disagio sociale di giovani ed anziani, quindi il processo di deindustrializzazione del territorio, sono state alla base degli interventi della prima giornata, alla quale, tra gli altri, hanno partecipato anche i sindaci Giuseppe Albo (Grimaldi), Raffaele Rizzuto (Colosimi), Giovanni De Rose (Belsito), Gino Pagliuso (Altilia), gli esponenti provinciali Pietro Petrozza e Giuseppe Gallo, il presidente della Comunità  montana del Savuto, Anna Aurora Colosimo. In particolare, i dirigenti comunisti hanno sostenuto l’idea del rilancio di un sano tessuto industriale, delle piccole aziende agricole e quello dei parchi naturali e delle aree protette. Discussa, nell’occasione, pure la questione del Por Calabria “da ristrutturare” assieme al sistema degli incentivi. “Occorre – hanno ribadito quelli di Rifondazione Comunista – selezionare le iniziative e trovare un adeguato strumenti di controllo sui finanziamenti”. La parte pomeridiana della Conferenza Programmatica del Savuto ha visto, invece, gli interventi dei rappresentanti sindacali, di quelli del mondo del lavoro, del precariato lpu-lsu e dell’ambiente. In mattinata Ferdinando Aiello aveva definito Damiano Gagliardi “unico consigliere regionale della valle del Savuto, per quello che ha proposto e per quello che ha prodotto”. La seconda giornata ha visto presenti esponenti politici provinciali, regionali e deputati del centrosinistra.

 

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: Broccolo, Aiello, Tassone e Guagliardi durante la Conferenza.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com