Belsito: Basile e Occhiuto per un posto da Sindaco

di Assunta Cristello

 

 

 

 

 

 

 

Antonio Basile: “sviluppo del territorio in cooperazione con gli altri Enti”

 

 

NONOSTANTE suoi 32 anni, Antonio Basile è già un esperto della politica e della vita amministrativa belsitese. Vicesindaco nell’amministrazione uscente, Basile, appartenente allo Sdi, è oggi alla sua terza candidatura, la prima alla carica di sindaco, a capo della lista civica di centro sinistra “La Palma – Belsito domani”. Obiettivo primario della squadra di Basile è lo sviluppo del territorio comunale nel più ampio ambito della valle del Savuto, in cooperazione con gli altri comuni e enti sovracomunali. Il suo programma si snoda su tredici direttrici: occupazione, rapporti con la cittadinanza, attività produttive, servizi sociali, urbanistica, aree rurali, infrastrutture, patrimonio comunale, patrimonio ambientale, archeologico e turistico, attività culturali, sociali e sportive, servizi, dotazione risorse umane comunali, protezione civile. Molte le iniziative proposte, alcune molto originali, come il servizio “il comune informa” da realizzarsi tramite sms e la creazione di un micronido. Oltre a interventi volti a migliorare le infrastrutture e gli edifici pubblici comunali e ad una politica di riqualificazione del centro storico e delle zone rurali, tra i punti in programma, vi sono anche la costruzione di un edificio a ridosso della Strada provinciale 245 per l’istituzione di una scuola superiore comprensoriale, la creazione del parco archeologico Torre Toscana e dell’itinerario Savuto-Jassa, l’istituzione dell’Urp e dello sportello Informalavoro, la realizzazione di aree picnic, piste ciclabili, del museo dell’artigianato locale e di un impianto sportivo polifunzionale coperto, l’elezione del consiglio comunale dei ragazzi, il potenziamento della produzione di energia da fonti rinnovabili e la costruzione di una struttura integrata che accolga nuove realtà produttive.

 

 

Francesco Occhiuto: “amministrazione orientata ai bisogni dei cittadini"

 

 

NASCE dalla volontà di trascinare fuori il paese da una situazione definita “stagnante”, che non valorizza appieno le risorse umane e naturali locali, la lista civica “Belsito – Un paese per tutti” – capeggiata da Francesco Occhiuto, 53 anni, alla sua prima candidatura alla carica di sindaco. Sposato, due figli, Occhiuto è pensionato ed ha già amministrato in passato, in qualità di consigliere di minoranza. Alla base del progetto politico di Occhiuto vi è l’eguaglianza tra tutti i belsitesi, senza privilegi di alcun genere. Il programma si articola in nove punti: amministrazione, servizi, sociale, cultura, bilancio, commercio, urbanistica e attività produttive, infrastrutture, turismo. Quella proposta è un’amministrazione orientata ai bisogni dei cittadini, con frequenti incontri con la popolazione e consigli comunali indetti in orari accessibili, che intende fornire con puntualità gli ordinari servizi di manutenzione e pulizia e offrire possibilità di svago e informazioni ai propri giovani. La coalizione di Occhiuto propone centri di aggregazione per giovani e anziani e assistenza per i portatori di handicap. In campo economico, viene proposta una politica di spesa improntata al contenimento degli sprechi, volta ad ottenere una minore pressione fiscale e risparmi da destinare ad eventuali opere. Ulteriori obiettivi sono la ridefinizione del piano di fabbricazione per adattarlo alle esigenze attuali del territorio, il rifacimento della rete idrica e fognaria, il ripristino della raccolta delle acque pluviali e la rivalutazione della zona industriale con la creazione di nuovi siti produttivi. Non saranno trascurate, infine, la promozione turistica, perseguita soprattutto attraverso la valorizzazione della necropoli recentemente scoperta, e le attività culturali.

 

Assunta Cristello

 

Nella foto: i due candidati a sindaco Antonio Basile (a sinistra) e Francesco Occhiuto.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com