Rogliano, tornano le preoccupazioni sul Santa Barbara

Nuove discussioni fra indiscrezioni e dibattito politico

 

SONO SOLO INDISCREZIONI giornalistiche o quel che è trapelato nelle scorse ore coincide con i reali propositi dell’assessorato regionale alla Sanità circa i programmi per la razionalizzazione dei servizi ospedalieri in provincia di Cosenza? Le certezze sulle scelte della Regione Calabria a partire dal nuovo Piano Sanitario e dalla relativa impostazione finanziaria, potrebbero emergere prima del previsto e già nelle prossime ore. Le ultime indiscrezioni (pubblicate sul settimanale Mezzoeuro) hanno fatto emergere, infatti, la possibilità di un taglio drastico al sistema delle infrastrutture sanitarie che prevedrebbe, tra l’altro, la soppressione di otto ospedali nella provincia di Cosenza: Cariati, Lungro, Morano, Paola, Praia, Rogliano, San Marco Argentano e Trebisacce. Il programma contemplerebbe ulteriori tagli alla spesa con riferimento anche a quella legata alle strutture private. Una piano di risanamento che la Regione avrebbe deciso di attuare per mettere a posto un bilancio difficile, quindi per risolvere i debiti e migliorare la qualità dei servizi. In attesa di notizie ufficiali in tal senso (magari da parte dello stesso assessore Spaziante) a Rogliano si vivono momenti di apprensione per la sorte del presidio cittadino. Del resto, preoccupazioni erano già state espresse nel corso dell’ultima Commissione comunale Sanità alla quale aveva partecipato pure il direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Cesare Pelaia. In sede di Commissione era stato auspicato, ricordiamo, un impegno per favorire la permanenza del nosocomio cittadino all’interno dell’Ao di Cosenza.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: l’ultima grande manifestazione a sostegno del Santa Barbara.

 

 

Fonte

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com