Aumentano i rifiuti abbandonati nelle campagne

NON E’ CAMBIATO nulla, anzi, la situazione per certi aspetti è peggiorata con buona pace per gli ambientalisti e per quanti, da sempre, si battono per un territorio meno inquinato e deturpato dai rifiuti. Nulla è cambiato perché nessuno è intervento in seguito alle denunce delle associazioni e alle inchieste giornalistiche di questi mesi per avviare procedure di bonifica e messa in sicurezza dei siti non autorizzati. Quella dell’abbandono dei rifiuti è ormai una pratica consolidata per la difficoltà  di contrasto al fenomeno e per la mancanza di una seria politica di promozione e tutela ambientale (aria, terra, acqua), che continuano a favorire forme anche serie di irresponsabilità  sociale. Il risultato è rappresentato dalla consistente presenza di materiale ingombrante composto da sostanze chimiche altamente inquinanti vietate dalla comunità  internazionale, di oggetti di arredo in disuso e in grado di creare situazioni deteriori soprattutto dal punto di vista igienico-sanitario. Beni durevoli e spazzatura sparsa un po’ ovunque (parte della quale andrebbe selezionata e stoccata in impianti speciali) caratterizzano le zone a margine dei centri abitati, le aree fluviali e le località  di campagna con possibili effetti dannosi all’ambiente e alla stessa estetica dei luoghi. E’ il caso dell’immondezzaio creato sotto un viadotto dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, lungo la stradina di servizio che conduce agli accessi esterni dell’autogrill. In meno di un anno, da queste parti, il cumulo di rifiuti è aumentato e rischia di diventare una vera e propria bomba ecologica. Nei prossimi giorni verrà  ufficializzata la costituzione dell’associazione volontari ‘Per Savuto, per l’Ambiente’ – che si occuperà  di questioni ecologiche e difesa del patrimonio naturalistico. Curato da Antonio Gallo, il progetto punta alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle questioni ambientali e al riconoscimento dell’equilibrio degli ecosistemi come valore fondamentale. Un impegno in più a difesa della qualità  della vita in un territorio sempre più infestato da pattumiere a cielo aperto simbolo di disagio, degrado e insalubrità .

Gaspare Stumpo


Nelle foto: la discarica abusiva allocata sotto un viadotto dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com