Mongolfiere nel Savuto, un evento internazionale

UNA IMPORTANTE operazione di marketing territoriale con l’obiettivo di unire e coordinare i diversi interlocutori presenti nel Savuto, innescando processi virtuosi in grado di sfruttare al meglio le tipicità  sia dal punto di vista economico-produttico, sia dal punto di vista storico-culturale. Inoltre, fare della manifestazione il primo evento in Calabria per numero di presenze, qualità  e portata della programmazione. L’iniziativa ha coinvolto i comuni di Rogliano, S. Stefano di Rogliano, Aprigliano, Belsito, Mangone, Cellara, Figline, Piane Crati e Paterno Calabro. “La strategia perseguita fin dall’inizio – ha ricordato Eugenio Carpino – è stata quella di attivare importanti partnership con soggetti privati e di coinvolgere il tessuto imprenditoriale allargando la partecipazione a tutte le realtà  associative della zona”.  “Grazie a tali collaborazioni – ha affermato ancora Carpino – la manifestazione è cresciuta di anno in anno riuscendo ad acquisire una forte identificazione locale e al contempo una dimensione internazionale”. La quarta edizione delle mongolfiere, oltre al volo dei palloni aerostatici ha previsto esibizioni di paracadutisti, voli turistici in elicottero, visite guidate, incontri con il mondo della scuola, mostre d’arte, giochi, spettacoli, gare sportive, percorsi enogastronomici e persino un concorso di bellezza. In più una fiera agricola, industriale, commerciale ed artigianale a cura delle aziende del Cosentino. ‘Mongolfiere … per Ricordare’ (nella foto) è stata dedicata agli emigrati dei primi anni del Novecento e ai terremotati dell’8 settembre 1905. L’evento si è arricchito di una mostra sul sisma e di una serie di lavori che hanno ripercorso le fasi dell’emigrazione in Calabria. Per l’occasione sono giunte nel Savuto due delegazioni con imprenditori, giornalisti ed amministratori locali. Quella canadese, guidata da Tony Serravalle e composta da Gabriele Niccoli, Menotti Mazzuca, Peter Li Preti, Enzo Di Mauro, Carlo Tersigni, Franco Pagliaro, Luigi Gravina, Silvano Marrelli, Ralf Chiodo e padre Eugenio Filice. E quella emiliano-romagnola, con Daniela Occhiali, primo cittadino di Sant’Agata Bolognese, che guida un esecutivo tutto al femminile, Maria Caroli e Gianluca Vinci (Reggio Emilia), Giampaolo Zardi (Ferrara), Ermanno Pavesi (Monzuno), Giovanni Maestrani (Loiano), Patrizia Caroli (Bagnocavallo) e Pietro Balugani (Zocca). Alla manifestazione hanno aderito l’Ente Provincia di Cosenza e il comune di Fragneto Monforte, gemellato con S. Stefano di Rogliano. Il sindaco Antonio Orrico ha ringraziato “i rappresentanti delle istituzioni per aver accolto e condiviso l’iniziativa, tutte le autorità  a vario titolo intervenute e, non ultimi i tanti imprenditori presenti, che con il loro impegno contribuiscono alla visibilità  del nostro tessuto produttivo e allo sviluppo del territorio”. Al raduno hanno partecipato migliaia di appassionati provenienti da tutta la provincia.  Il programma ha destato interesse e curiosità  in modo particolare tra i bambini. In molti, infatti, hanno provato l’ebbrezza di un giro in elicottero o di un breve lancio (ancorato a terra) a bordo di una mongolfiera.

Gaspare Stumpo

Fonte: Parola di Vita.

Guarda il video su ‘Mongolfiere … per Ricordare’

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=nKrGhtD0OAo[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com