Studenti siciliani nel Savuto con il supporto del Gal

UN GRUPPO di trenta studenti di Mistretta, in provincia di Messina, ha partecipato ad un viaggio formativo in Calabria nel quale è rientrata una ‘due giorni’ nella cintura comprensoriale roglianese caratterizzata da percorsi culturali ed eno-gastronomici. Il progetto ha ricevuto il supporto del GAL SAVUTO. Allla base dello stesso la conoscenza di prodotti tipici locali, il confronto tra realtà  produttive, la scoperta del territorio. Sabato scorso allievi e docenti hanno visitato un allevamento di bovini (razza podolica) nella zona del Lago Arvo e, sempre in Sila, seguito un itinerario agri-tuiristico con tappe a Lorica, Bocca di Piazza e Saliano. Il giorno successivo la comitiva ha effettuato un tour nel centro storico di Rogliano con visite guidate nelle chiese di S. Pietro (Duomo), dell’Assunta e di San Giorgio. L’itinerario si è concluso all’interno del Museo cittadino di Arte Sacra. I presenti hanno ammirato i capolavori del ‘Barocco Roglianese’ realizzati tra il XVI° e il XVII° secolo dagli scalpellini del tufo e dagli intagliatori del legno. Sempre domenica, dopo la visita alla ‘Cantina Pironti’ (che produce uno tra i migliori vini doc Savuto), studenti ed insegnanti hanno effettuato una escursione nei pressi dell’antico Ponte di Tavoleria e della vicina Cascata del Cannavino, luoghi affascinanti e molto cari alla Memoria locale. La passeggiata naturalistica è stata caratterizzata da “l’incontro col Brigante” – breve rievocazione tra storia, folklore e leggenda. In precedenza il gruppo messinese era stato accolto dal direttore Pierluigi Aceti, dall’animatore di struttura, Mario Ambrogio (che ha curato la parte logistica) e dal presidente Lucia Nicoletti. Tutti del GAL. “Siamo lieti di ospitarvi nelle nostre comunità . Il Savuto – ha spiegato Lucia Nicoletti – vanta un ambiente variegato e contesti storici-architettonici molto interessanti. Questa iniziativa rappresenta una opportunità  in quanto unisce il sapere con le tradizioni e va oltre l’aspetto puramente didattico”. D’accordo con Lucia Nicoletti il consigliere provinciale Antonio Simarco, anch’egli presente alla cerimonia di benvenuto. Nel sottolineare il rapporto tra piccola e grande storia, Simarco ha evidenziato il ruolo della Civiltà  contadina che ha caratterizzato la storia della vallata e si è soffermato su un avvenimento importante, il passaggio di Garibaldi a Rogliano, che ha segnato una pagina decisiva nel Risorgimento Italiano.

G. St.

Nelle foto. Sopra: il gruppo siciliano. Sotto: il consigliere provinciale Antonio Simarco e il presidente del Gal Savuto, Lucia Nicoletti.


 

***

      GRUPPO DI AZIONE LOCALE SAVUTO       

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com