Denunce dipendenti Asp Cosenza, il direttore Generale esprime rammarico e delusione

"IL DIRETTORE Generale esprime rammarico e profonda delusione per quanto accaduto nelle Strutture Sanitarie di Praia a Mare che ha portato alla denuncia di 57 Dipendenti. E’ stato vanificato il grande sforzo che FASP di Cosenza in collaborazione con tutte le Istituzioni Locali e Sindacali sta realizzando nel Territorio di Praìa a Mare con la recente attivazione delle nuova TAC ad alta Tecnologia, con la consegna nei prossimi giorni di un nuovo Ecografo e con la definizione delle procedure per l’istallazione della nuova Risonanza Magnetica Nucleare. Inoltre finalmente si sta concludendo positivamente la battaglia per il riprìstino del Pronto Soccorso e di Attività  Ospedaliere con Posti Letto di ricovero ordinari in Area Medica e Chirurgica per come indicato nel nuovo Piano Operativo 2013-2015 che dovrà  essere valutato sui Tavoli Ministeriali e fortemente voluto dal Presidente Scopelliti. L’ASP di Cosenza ha già  da più di un anno approvato, con la condivisione delle Organizzazioni Sindacali, il nuovo Regolamento di verifica e controllo dell’Orario di Servizio con cui si è data la massima Responsabilità  ai Dirigenti preposti alla direzione delle varie Strutture Sanitarie e Amministrative. D’altra parte i Sindacati in tutti i numerosi Incontri svolti in questi ultimi due anni hanno sempre condiviso ed approvato la linea di rigore adottata dalla nuova Amministrazione che ha impostato la propria attività  sulla trasparenza degli Atti e sul rispetto della Legalità  e delle Regole al fine di poter risollevare questa Azienda trovata in una situazione di grave disorganizzazione e completamente sopraffatta dalle macerie e da una mentalità  errata ormai consolidata che con difficoltà  si sta cercando di rimuovere attraverso provvedimenti di normalizzazione degli atti adottati negli anni passati. La Direzione Generale ha dato incarico al Direttore Amministrativo ed agli Uffici Legali e Personale di valutare i provvedimenti in urgenza da adottare non escludendo la possibilità  di procedere al Licenziamento o all’eventuale sospensione di tutti i Dipendenti nel rispetto della normativa vigente per il grave danno di immagine provocato all’ASP di Cosenza nonché per la mortificazione subita da tutto il Management, dai Dirigenti e da tutti i Lavoratori Onesti dell’ASP di Cosenza che quotidianamente con sacrificio ed impegno cercano di dare risposte ai Bisogni dei Cittadini. E’ veramente grave, disarmante ed intollerabile, dichiara il Dr. Scarpelli, assistere a questi Eventi in un momento di grave crisi occupazionale con tanti Giovani Laureati senza lavoro e constatare che molti non apprezzano lo stato di privilegio in cui si trovano per avere un Posto di Lavoro sicuro. L’ASP di Cosenza ha Fobbligo morale di tutelare l’immagine dell’Istituzione e per tale motivo dopo avere strettamente collaborato nell’indagini con l’Autorità  Giudiziaria sicuramente prowederà  alla costituzione Parte Civile nel Procedimento Penale contro i 57 Dipendenti. L’ASP di Cosenza ha già  adottato il Piano della Perfomance per la verifica e valutazione del Personale dipendente in quanto il sistema di valutazione della Perfomance è Funico in grado di valutare oggettivamente il contributo operativo di ogni singolo dipendente. L’ASP di Cosenza sta definendo le procedure, avviate da diversi mesi, per l’aggiudicazione della gara per l’acquisizione di un sistema innovativo di rilevazione Presenze del Personale tramite Lettore Biomctrico che rileva 5 punti del profilo del Dito di ciascun dipendente".

Data: 12 luglio 2013.

Fonte: Asp Cosenza – Direzione Generale.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com