Scigliano, progetto dell’Istituto Omnicomprensivo in collaborazione con Ic di Grimaldi, Nocera Terinese e Rogliano

“DAL CURRICOLO alle competenze” è il titolo del progetto proposto dall’Istituto Omnicomprensivo di Scigliano e realizzato in collaborazione dall’Ic di Grimaldi, Nocera Terinese e Rogliano. L’attività iniziata nel mese di gennaio si è conclusa in questi giorni e culminata con una simpatica manifestazione finale animata dagli alunni e dagli insegnanti delle quattro scuole coinvolte alla presenza di Luciano Greco, dirigente ATP Cosenza, DS Maria Gabriella Greco, staff regionale per la Calabria sulle “Indicazioni Nazionali”, i docenti Domenico Milito università della Basilicata e Enrico De Santo dell’Unical e i dirigenti scolastici Fernanda Petrisano, Enrica Pascuzzi e Aldo Trecroci. Durante la manifestazione (nella foto) sono stati mostrati attraverso sistema multimediale alcuni lavori prodotti dai giovani allievi, molto apprezzati delle personalità presenti la cui giornata si è conclusa con la visita alla cantina didattica dell’istituto agrario e degustato dell’ottimo vino Savuto prodotto in loco. Il progetto, referenti i docenti Maria Francesca Amendola, Manuela Maletta e M. Teresa Greco, è stato sviluppato secondo le nuove indicazioni sulle competenze di base del primo ciclo di istruzione e coinvolto direttamente gli insegnanti nel percorso dell’apprendimento. Il percorso di sperimentazione ha visto l’impegno e la collaborazione di ben venti insegnanti che hanno lavorato sulla competenza testuale realizzando attività laboratoriali in classe ed abbracciando i tre ordini di scuola, l’infanzia, la primaria e la secondaria di I° grado. Rilevante in termini di ricaduta didattica la metodologia adottata, quella laboratoriale, che privilegia il lavoro collaborativo, lo scambio di conoscenze, il confronto di strategie. Si “impara facendo”, mentre l’insegnante assume soltanto il ruolo di facilitatore di apprendimento ed organizzatore delle attività. La referente del progetto, Maria Francesca Amendola, a nome delle colleghe ha spiegato che il messaggio che si vuole lanciare è quello “della possibile innovazione: la ricerca-azione, la rete di scuole, la comunità professionale, il curricolo oltre le discipline …”. I docenti, secondo la referente sono consapevoli dei limiti strutturali e finanziari con i quali si misura la scuola italiana. In ogni caso aggiunge, che il rinnovamento della scuola parta dal lavoro quotidiano, spesso faticoso, ma ricco di entusiasmo e di tanta buona volontà, di chi, nelle scuole, nel territorio e con gli alunni, si misura ogni giorno e nonostante i tanti problemi di funzionamento, non rinunciano al loro impegno per costruire una scuola migliore. Costatata la positiva dell’esperienza di progettazione in rete fra le scuole del territorio è stato annunciato che il progetto sarà ripetuto anche nel prossimo anno scolastico ed allargato al biennio dell’Ipsasr di Scigliano.

Pasquale Taverna

Data: 04 dicembre 2014.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com