Una coperta termica dal balcone della Casa comunale, Aiello Calabro aderisce a #IoAccolgo

È una coperta termica – di quelle che vediamo spesso addosso ai migranti salvati in mare – ma proprio per questo è diventata sinonimo di accoglienza ed è il simbolo della campagna di solidarietà #IoAccolgo, lanciata da 48 Associazioni sociali, laiche e religiose nazionali e territoriali.

«Una campagna da portare avanti come un dovere civile, sociale e politico, sostenendo l’Italia che accoglie e adoperandoci tutti per aiutare quegli uomini, donne, bambini costretti alla fuga dal proprio Paese per sfuggire a persecuzioni, conflitti, carestie. Nessuno può più continuare a girarsi dall’altra parte e l’Amministrazione comunale di Aiello Calabro è dalla parte degli “ultimi della Terra” e offre sostegno incondizionato a chi li aiuta» – ha dichiarato Franco Iacucci, sindaco di Aiello Calabro, nell’esporre insieme al vice sindaco Luca Lepore e a tutta l’Amministrazione, dal balcone della Casa comunale, proprio la coperta della solidarietà. Il sindaco Iacucci ha inoltre ricordato che «l’Italia – e il Sud in particolare – ha una forte tradizione di accoglienza e solidarietà che non può essere vanificata e rinnegata dai Decreti, inumani e incomprensibili, varati dall’attuale Governo e travestiti da norme di “sicurezza nazionale” che nulla hanno a che vedere con le reali norme di tutela dei cittadini italiani». Il riferimento esplicito è proprio ai Decreti Sicurezza voluti dall’attuale Ministro degli Interni, che stanno producendo la vergogna di 43 naufraghi tenuti in ostaggio da ormai due settimane nella nave Sea Watch, a poche miglia dal porto sicuro di Lampedusa: «siamo vicini alla capitana Carola Rackete, che con il suo coraggio e la sua determinazione ha smascherato l’ipocrisia italiana ed europea», ha concluso Iacucci.

Data: 30 giugno 2019.

Fonte: Comune di Aiello calabro (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com