La “magia” della ciaspolata in Sila guidati dall’Associazione Nazionale Italiana Rocciatori

RISPOSTE in soffitta funi, imbracature e dispositivi di sicurezza individuale per escursioni e scalate estive su e giù per la cascata del “Cannavino”, la proposta turistica “made in Savuto” si rivolge, per il periodo invernale, al versante Sila. Azione a conferma che il territorio a sud di Cosenza è crocevia tra il mare e la montagna. Il posto ideale da dove partire. Dal Savuto si raggiungono in poche decine di minuti sia la costa tirrenica sia i rigogliosi boschi di faggi e di pini, in montagna. Per gli amanti dello sport la Sila offre pista da sci e tracciati da escursionista. Neve permettendo (copiosa sulle cime, meno abbondante sulla parte bassa dell’altopiano) almeno per il momento, le ciaspole sono il “mezzo” che l’Anir (Associazione Nazionale Italiana Rocciatori) in collaborazione con Trekking Savuto Sila ha fatto indossare ad un folto gruppo di curiosi ed appassionati del soffice “fiocco bianco”. Escursione tematica e didattica per conoscere meglio il patrimonio faunistico e naturalistico della Sila. Bruno Sicilia guida e presidente Anir: “nella notturna di Snow Trek ho avuto il piacere di accompagnare, grazie a madre natura, tantissime giovani che non avevano mai indossato le racchette da neve. Gli stessi che oggi mi chiedono di ripetere l’esperienza trasferendo le loro emozioni a tanti amici e definendo magica la serata sul Monte Carlomagno!”. E se passeggiando sulla neve hai la fortuna di scovare le orme dei tanti abitanti dei boschi “niente paura e tanto rispetto, siamo entrati nel loro habitat, siamo loro ospiti” – ancora Sicilia ripercorrendo quegli attimi. L‘Associazione ha in programma altre “ciaspolate” sia diurne che notturne ma, occhio al territorio. Già stilata una proposta autunnale 2020 che vede prenotazioni da fuori regione per il percorso naturalistico–storico dei “Tre ponti” sul Savuto e, un’offerta estiva tra arrampicate, gastronomia e trekking urbano.  Come dire: “nel Savuto ce n’è per tutti … in ogni stagione”.

(Massimiliano Crimi)

Fonte: Parola di Vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *