Å San Valentino: viaggio fra le coppie del Savuto

di Francesca Gabriele

 

ISABEL Allende, la scrttice cilena, in Ritratto in seppia, scrive: "L’amore è un libero contratto che scocca come una scintilla e può concludersi allo stesso modo. Mille pericoli lo minacciano. Se la coppia lo difende può salvarsi, crescere come un albero, e offrire ombra e frutti, ma questo avviene solo se si lotta in due.”. Famoso, è l’Eros di Platone, l’esempio dell’amore sotto forma di forza imperitura che nulla teme.  Tra pochi giorni, un importante appuntamento attende gli innamorati: la festa di San Valentino. Il 14 febbraio, è il giorno dell’anno più scontato per dichiarare attraverso un regalo, una frase speciale, il proprio affetto alla persona che si ha accanto, alla persona, con la quale si è deciso di percorrere la strada della vita. Ma non sempre, è così. Secondo l’Eures (Istituto di Ricerche Economiche e sociali) al Sud, cresce il numero di matrimoni che finiscono in tribunale, mentre aumentano le unioni civili, i secondi matrimoni e le mogli straniere. “I matrimoni negli ultimi trent’anni (tra il 1975 e il 2005) sarebbero diminuiti di un terzo e il relativo quoziente di nuzialità segna -32,4% (con un decremento medio annuo dell’1,1%), passando da 373.784 nel 1975 a 250.974 nel 2005 (4,3 ogni 1.000 abitanti)”. In tempi, in cui dunque, le unioni sempre più sovente scoppiano, noi de La Voce del Savuto” abbiamo approfittato dell’imminenza del quattordici febbraio, per incontrare alcune coppie simbolo, allo scopo di strappar loro la ricetta per continuare un cammino sinergico anche dopo tanti anni di vita in comune. 

 

 

Pierino e Giulia Gabriele, insieme da 50 anni. Hanno due figli adulti.

 

Come è avvenuto il vostro primo incontro?

Giulia: “Ci siamo incontrati nel periodo carnevalesco. Io andavo a Messa, lui mi veniva dietro con cautela, perché, ai nostri tempi si faceva tutto con discrezione”.

Pierino: “Lei, era una bambina, aveva diciotto anni, Io, avevo ventotto anni. Temevo, proprio per questa differenza di età, a lanciarmi nel corteggiamento”.

 

Come avete superato gli ostacoli di coppia in tutti questi anni?

Giulia: “Gli ostacoli sono stati tanti. Mio marito, per lavoro ha sempre viaggiato, quindi, ho dovuto gestire la famiglia da sola. I sacrifici, non sono mancati, ma l’amore è stato sempre al di sopra di tutto”.

 

Cosa consigliate alle giovani coppie in procinto di iniziare una vita insieme?

Giulia: “Di volersi bene e compatirsi, di non fare capricci per un nonnulla. Lei, per favore, deve scrivere nel suo articolo, che io ho avuto in casa, mia suocera per trent’anni, eppure, tra le evidenti difficoltà, sono riuscita a mandare serenamente avanti il mio matrimonio, certo anche grazie all’amore incondizionato di mio marito. Pensi, mi spediva anche due lettere il giorno e mi telefonava continuamente. Non mi sono mai sentita una donna –moglie frustata. Il suo sostegno, è stato fondamentale”.

 

Quale regalo vi scambierete il 14 febbraio?

Pierino: “Per noi, San Valentino, è stata sempre un’occasione speciale. Le regalerò un mazzo di fiori”.

Giulia: “Mio marito, è sempre stato romantico e attento. Io, confesso, di avergli già comprato i cioccolatini”.

 

 

Luigi e Lena Cristello, hanno di recente festeggiato le Nozze d’oro.

 

Come si superano in un rapporto di coppia gli ostacoli che la vita ti mette davanti?

Lena: “Con l’accordo e il rispetto reciproco delle nostre idee”.

 

Suo marito ha la passione della musica. Lei, lo ha supportato in questo?

Lena: “Certo. Lui ha seguito la vocazione per la musica, io mi sono occupata della famiglia”.

 

Cosa consigliate alle giovani coppie in procinto di iniziare una vita insieme?

Lena: “Consiglio di essere clemente l’uno con l’altro. Non è facile stare insieme, però, se si ha la volontà di andare avanti, tutto si supera”.

 

Quale regalo vi scambierete il 14 febbraio?

Lena: “Per quest’occasione non ci siamo mai scambiati regali”.

 

 

Maurizio e Pina Amendola, sposati da tanti anni, hanno due bambine.

 

Come è avvenuto il vostro primo incontro?

Maurizio: “Io animavo una festa in una discoteca locale, nei momenti di libertà, mi affacciavo da una finestra per guardare lei che stava di sotto. Mi ha notato e ci siamo innamorati”.

 

Qual è stato il segnale che vi ha fatto capire di essere conquistati l’uno dall’altro?

Maurizio: “Certamente per quanto mi riguarda, mi sono innamorato dapprima della sua bellezza fisica e poi, soprattutto della sua serietà. Inoltre, ha alle spalle una famiglia onesta, questo ha contato tantissimo”. 

 

L’amore, quale posto occupa nella gestione della famiglia?

Maurizio: “E’ al primo posto, in particolare, lavorando insieme. Comunque, il mio messaggio per le giovani coppie che hanno intenzione di formarsi una famiglia è di convivere, di non ufficializzare niente, anche a causa della crisi economica che stiamo vivendo”.

 

Quale regalo vi scambierete il 14 febbraio?

Pina: “Noi, non amiamo farci dei regali. Ci regaliamo, la nostra presenza per tutto l’anno. L’importante, è stare bene insieme”.

 

 

 

Mario e Anna Maria Iorno, sposati da venticinque anni, hanno due figli.

 

Quando è avvenuto il vostro primo incontro?

Anna Maria: “Quando ci siamo conosciuti, io ero giovanissima, avevo dodici anni. Lui, di anni, ne aveva vent’uno ”.

 

Quanto ha contato la differenza d’età nel vostro rapporto?

Anna Maria: “Questi nove di differenza, non ci hanno causato alcuna difficoltà, anzi, mio marito per me, ha rappresentato una guida”.

 

L’amore, quale posto occupa, dopo tanti anni di convivenza?

Anna Maria: “L’amore, conta moltissimo. Per motivi di lavoro, abbiamo trascorso dei periodi lontani, ma i nostri sentimenti non sono mutati. I figli, poi, sono fondamentali per l’equilibrio della coppia”.

 

Quale regalo vi scambierete il 14 febbraio?

Anna Maria: “Non attendiamo questo giorno per scambiarci i regali”.

 

 

Vincenzo e Rossella Scalzo, insieme da 21 anni Hanno due figli.

 

Come è avvenuto il vostro primo incontro?

Vincenzo: “ Ci siamo incontrati a scuola. Il nostro rapporto è iniziato per gioco, col trascorrere dei giorni, però, qualcosa è cambiato, ed è sbocciato l’amore”.

 

Dopo tanti anni di vita comune, come si rinnova l’amore giorno dopo giorno?

Vincenzo: “Attraverso la complicità e vedendo l’altro come lo si è visto il primo giorno”.

 

Quanto conta il rispetto e la tolleranza in una coppia?

Rossella: “Sono fondamentali”.

 

Quale regalo vi scambierete il 14 febbraio?

Vincenzo: “Il nostro sarà uno scambio affettivo, più che materiale”.

 

Francesca Gabriele

 

 

Nelle foto: le coppie intervistate da Francesca Gabriele.

 

 

 Fonte della Notizia (ogni settimana nelle edicole dei Comuni delle valle del Savuto: fatti, persone, politica, approfondimento, sport, progetti del nostro territorio).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com