In cinquecento alla festa per i 40 anni di Antonio Simarco

Compleanno/evento per l’attore e regista roglianese

QUANDO A COMPLEANNO viene accostata la parola evento, quest’ultima intesa in senso ampiamente positivo, il significato della frase non può che ricondurre ad un avvenimento a dir poco caratteristico, per certi aspetti straordinario. Conoscendo il personaggio, la sua storia, il suo ruolo istituzionale e professionale, le amicizie ma soprattutto la sensibilità del suo carattere, l’estrosità dei suoi comportamenti, la capacità di rapportarsi con gli altri, ogni circostanza può trasformarsi in qualcosa di particolare, figuriamoci una tappa importante della vita. Antonio Simarco, poeta, attore, regista, ha festeggiato l’esordio negli ‘anta’ con una megaparty che nei giorni scorsi ha visto la presenza di oltre cinquecento invitati. Una festa di compleanno senza precedenti nella zona, vivace e sobria nello stesso tempo, che ha accomunato uomini delle istituzioni, intellettuali, artisti, gente comune, giovani e meno giovani, a testimonianza della popolarità del protagonista. Una ricorrenza durante la quale non sono mancate le sorprese: dalla poesia, al teatro, alla danza moderna. Il tutto mentre scorrevano le immagini di momenti importanti: l’infanzia e l’adolescenza, i primi successi negli anni Ottanta, il ruolo nella Filodrammatica roglianese, le foto con grandi personaggi dello spettacolo, i viaggi nel mondo ma principalmente la sua città, il Savuto e gli amici di sempre. Per accogliere tutto e tutti c’è voluto il grande spazio del Centro Congressi della Comunità montana: buffet, musica, flash di fotografi, regali d’ogni sorta e classico taglio di torta con brindisi finale e l’augurio, ad Antonio, di “rimanere sulla scena” con la simpatia che lo contraddistingue per altri cento di questi giorni.

 

Gaspare Stumpo

 

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com