“Casa della Salute scongiurata non è un risultato”

Geracitano spiega la posizione Udc sull’Ospedale

 

ROMOLO Geracitano: “aver scongiurato il Santa Barbara come Casa della salute non è un risultato di cui essere soddisfatti”. All’Udc è apparso come un “contentino con il quale gli amministratori regionali hanno pensato di calmare gli animi” – sulla questione del nosocomio rispetto al nuovo Piano Sanitario Regionale. I dirigenti del circolo cittadino dell’Unione Democratici Cristiani ne sono convinti dandone conferma nel corso dell’incontro dei giorni scorsi che ha avuto come tema ‘Ospedale Santa Barbara: tra timori e speranze il futuro delle comunità del Savuto’. E’ stato lo stesso segretario Geracitano a ribadire la posizione del suo partito e le “perplessità” sul contenuto del Psr nella parte riguardante il Santa Barbara – “condivise anche da esponenti di maggioranza nel Consiglio regionale”. “Una scelta politica – ha detto – assurda e discriminante che il Governo Loiero ha compiuto nei confronti delle popolazioni del Savuto e del nostro comprensorio”. Nello strumento che pianifica il futuro della sanità calabrese, che attende il passaggio nell’apposita commissione e poi in Consiglio regionale, l’ospedale di Rogliano, ricordiamo, pur non essendo destinato a Casa della salute attende maggiori dettagli circa il riordino delle sue funzioni. Su questo, mentre l’Amministrazione comunale ha parlato di “primo risultato raggiunto” – l’Udc ha continuato a esprimere dubbi, tant’è che lo stesso Geracitano (ma anche il resto dei dirigenti locali e provinciali del partito, compreso i consiglieri regionali Occhiuto e Trematerra), ha spiegato che “se non interverranno modifiche, o precisazioni esaustive su quanto scritto nel Psr” – il nosocomio roglianese “non ha più alcun posto letto, non è più nell’Azienda ospedaliera di Cosenza, non è Casa della salute, non si sa, quindi, cos’è o cosa può diventare”. Da qui l’annuncio della presentazione, da parte dell’Udc, di un emendamento in Consiglio regionale durante la discussione pertinente all’approvazione del nuovo Psr. “Restiamo convinti – ha affermato il segretario – che l’ospedale di Rogliano deve rimanere nell’ambito dell’Ao di Cosenza, anche perché l’Annunziata, quotidianamente, si scontra con scarse risorse umane e spazi angusti, e questi disagi sarebbero ulteriormente aggravati dalla perdita del Santa Barbara, il quale va semplicemente riqualificato e ridestinato nel suo utilizzo”. A margine della iniziativa i Democratici Cristiani roglianesi hanno salutato positivamente la richiesta dei sindaci della zona e dei rappresentanti sindacali di un’audizione specifica presso l’apposita Commissione regionale – “a patto, però, che si scriva tutti assieme una proposta chiara da difendere rigorosamente e senza tentennamenti di sorta”.

 

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: il segretario roglianese dell’Udc, Romolo Geracitano.

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com