Frana su Salerno-Reggio Calabria. Aperta inchiesta

In Calabria resta delicata la situazione meteorologica

 

 

 

STAVANO tornando a casa da Terni, in Umbria, dopo aver partecipato ad un torneo di calcetto amatoriale, i sette componenti del furgone centrato in pieno, domenica scorsa, da una valanga di fango e detriti che si è riversata sulle corsie dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, nei pressi dello svincolo di Altilia-Grimaldi. Due di loro, Nicolino Pariano 59 anni e Danilo Orlando 27 anni, di Catanzaro, hanno perso la vita; una terza persona è stata ricoverata in gravi condizioni presso il reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale di Catanzaro. Sul luogo sono giunti gli uomini della Polizia Stradale, dell’Anas, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e del 118. L’autostrada Salerno-Reggio Calabria è rimasta chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia tra lo stesso svincolo di Altilia-Grimaldi e quello di Rogliano, con traffico deviato lungo le statali ed il resto delle strade interne. Alla tragedia ha contribuito la situazione di forte maltempo che da più giorni sta interessando la Calabria, alimentando il lungo periodo di piogge incessanti che in questi mesi, dopo i numerosi incendi dell’estate 2008, sta mettendo a dura prova il già critico stato del territorio. Sulla vicenda la Procura della Repubblica di Cosenza ha avviato una indagine aprendo un fascicolo contro ignoti, ipotizzando il reato di disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Sul luogo oltre ai magistrati, si sono recati il presidente della Giunta regionale della Calabria, Agazio Loiero, e il prefetto di Cosenza, Melchiorre Fallica. A Catanzaro, città di origine delle vittime, il sindaco ha dichiarato il lutto cittadino. In Calabria la situazione resta delicata (27.01.2009).

 

R. S.

 

Nella foto: la zona della Salerno-Reggio Calabria prima della tragedia.

 

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti leggi:

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com