Candidatura alle Provinciali anche per Barbiero (MpA)

E’ dirigente di zona del Movimento per Autonomie

 

 

 

SARA’ Angelo Barbiero (nella foto) il candidato del Movimento per le Autonomie nel collegio di Lago alle elezioni provinciali del 6 e 7 giugno prossimo. Barbiero, coordinatore di zona è stato designato da Orlandino Greco, coordinatore regionale MPA e candidato a presidente per la Provincia di Cosenza e da Luca Gigliotti coordinatore provinciale. La presenza attiva nella società civile, e la capacità imprenditoriale di Angelo Barbiero, noto su tutto il territorio del Savuto e del Tirreno non sono sfuggite ai vertici del MPA per investirlo nella competizione elettorale. Non nascondendo l’emozione, Barbiero, ha chiesto e ottenuto dal candidato a presidente della provincia, Greco, rassicurazioni per sottoporre all’attenzione del governo regionale e nazionale le annose problematiche della popolazione del collegio di Lago. “Paesi per tanto tempo esclusi dallo sviluppo socio-economico calabrese – ha rilevato il neocandidato al consiglio provinciale- senza risorse economiche, senza un’efficiente rete viaria, senza un piano di rilancio turistico nonostante la posizione strategica dei paesi, situati tra le colline e vicini al mare. Il turismo – prosegue Barbiero – invece, è stato lasciato sempre ultimo fra gli impegni regionali e provinciali e non si è tenuto mai conto delle lamentele e delle richieste avanzate dai coraggiosi e pochi operatori turistici della zona”. Da persona competente nel settore socio-sanitario, Barbiero, primo coraggioso sindacalista che affrontò nel lontano 1986 la questione gestionale dell’Istituto Papa Giovanni XXIII di Serra d’Aiello, ritorna sulla amara vicenda e assicura il suo personale impegno e quello del suo partito per “risolvere, risollevare e rilanciare l’Istituto e l’economia serrese e della zona, riportando gli anziani nella struttura, bandiera e fonte di lavoro di molte famiglie”. Infine, Barbiero, bacchetta la politica ritenuta “superficiale e incapace di affrontare seriamente la problematica dell’Istituto Papa Giovanni, la cui situazione, ha provocato un danno alle già precarie condizioni economiche del territorio e soprattutto dei lavoratori”.

 

Pasquale Taverna

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com