Gallo: ´stanno distruggendo il Santa Barbara”

LE INDISCREZIONI circa la possibile rimodulazione del personale in servizio presso il comparto radiologico dell’ospedale di Rogliano ha prodotto,  nelle scorse ore, un nuovo intervento del primo cittadino. “Stanno distruggendo il Santa Barbara, ora basta non possiamo più sopportare di vedere questa struttura depauperata e mortificata nel lavoro di tanti bravi professionisti”. Voci insistenti, ricordiamo, da alcuni giorni pongono l’accento sulla richiesta di utilizzo di due radiologi e di un tecnico del nosocomio roglianese presso lo stesso settore dell’Annunziata. Ieri mattina il sindaco di Rogliano (nella foto) ha accusato il commissario dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Paolo Maria Gangemi, per “non aver mantenuto le promesse sancite in tre atti deliberativi smentiti non solo dal presidente della Regione Calabria, on. Scopelliti, ma, soprattutto, smentiti nei fatti da comportamenti assurdi”. A giudizio di Giuseppe Gallo infatti “al Santa Barbara stanno smantellando tutti i servizi con trasferimento di personale, rimane sulla carta il Day Surgery ed è vergognoso – ha detto – quello che sta accadendo al Punto di Primo Intervento (PPI): gli ammalati sono sballottati da Rogliano a Cosenza e poi di nuovo a Rogliano perché, con un protocollo operativo è stato stravolto il contenuto della delibera che prevedeva un PPI completamente diverso e organizzato. Ora vogliono smantellare il settore di Radiologia con il trasferimento di personale e depotenziare, quindi, un altro servizio importante”. In una nota l’Amministrazione comunale di Rogliano ha ricordato le ultime prese di posizione sulla vertenza ospedale, in particolare l’importante discussione in Consiglio con l’approvazione di un documento trasmesso sia a Scopelliti che a Gangemi. Atto “a cui nessuno ha inteso dare risposte, atteggiamento, quest’ultimo, offensivo nei confronti di una istituzione e dell’intera comunità ”. “Vogliamo riposte subito, prima della competizione amministrativa, altrimenti – ha concluso il primo cittadino – inizieremo una protesta fortissima con coinvolgimento di tutte le popolazioni del Savuto. Vogliamo capire anche chi è con noi e contro di noi tra i politici che puntualmente vengono a chiedere voti. Siamo veramente stanchi di questa situazione”.

G. St.

 

 

***

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com