Pisl, altre anticipazioni ai Comuni. Finanziamenti anche nel Savuto

LA RAGIONERIA generale della Regione Calabria ha effettuato nella settimana pagamenti per un importo complessivo di circa undici milioni di euro. Con un versamento di quattro milioni e mezzo di euro prosegue l’erogazione delle anticipazioni a vantaggio dei comuni beneficiari dei finanziamenti dei Progetti Integrati di Sviluppo Locale. Questa la distribuzione dei fondi PISL: 128.000 euro al Comune di Bisignano; 102.000 euro al Comune di Cirò; 72.000 a Drapia; 80.000 al Comune di Maida; 80.000 al Comune di Martirano; 120.000 al Comune di Morano calabro; 120.000 Nocera Terinese; 82.000 a Petilia Policastro; 128.000 a Pietrafitta; 140.000 a Roccella Jonica, 80.000 a San Marco Argentano; 100.000 euro a Scilla; 74.000 al Comune di terranova da Sibari; 102.000 a Umbriatico; 83.000 al Comune di Acquaformosa; 83.000 ad Alessandria del Carretto; 58.000 al Comune di Andali; 36.000 euro a Belcastro; 76.000 a Bova; 64.000 a Bruzzano Zeffirio; 70.000 euro al Comune di Calanna; 86.000 a Calopezzati; 39.000 al Comune di Camini; 50.000 a Capistrano; 66.000 al Comune di Cervicati; 77.000 a Colosimi; 160.000 euro a Cosoleto; 80.000 a Dasà ; 89.000 a Domanico; 58.000 a Gagliato; 80.000 a Laganadi; 49.000 al Comune di Laino Castello; 60.000 a Martirano Lombardo; 60.000 al Comune di Miglierina; 59.000 a Motta S.Lucia; 99.000 euro a Panettieri; 80.000 a Pazzano; 75.000 a Pedivigliano; 33.000 a Petrizzi; 41.000 a Polia; 86.000 al comune di San Basile; 70.000 euro a San Cosmo Albanese; 220.000 San Nicola dell’Alto; 30.000 al Comune di San Procopio; 80.000 a Sangineto; 79.000 a Scido; 64.000 a Serrata; 124.000 a Simbrario; 47.000 a Stignano; 60.000 euro a Torre Ruggiero; 380.000 euro al Comune di Umbriatico e 53.000 euro al Comune di Vallelonga. La Ragioneria ha poi effettuato un pagamento di circa tre milioni e mezzo che sono destinati al comparto sanitario calabrese e indirizzati, tra l’altro, alle Aziende Ospedaliere (189.684 euro all’Ao di Catanzaro; 154.172 euro all’Ao cosentina; 40.179 euro all’Ao Mater Domini di Catanzaro e 308.543 all’Ao di Reggio Calabria) e alle Aziende Sanitarie (82.290 euro all’Asp di Catanzaro; 117.500 euro all’Asp di Cosenza; 23.309 all’Asp di Crotone; 82.771 all’Asp di Reggio e 41.280 all’Asp di Vibo), all’Università  degli Studi Magna Grecia di Catanzaro (468.000 euro) e alle Aziende che gestiscono il servizio di elisoccorso (Elilombarda srl, 433.766 euro; Elitaliana spa, 1.095.214 euro; Inaer Aviaton Italia Spa, 433.766 euro). Risorse per 315.000 euro vengono destinate al Fondo Unico della Cultura: 40.000 euro vengono pagati all’Amministrazione Provinciale di Catanzaro; 14.286 euro al Comune di Acri; 49.017 euro ad Altomonte; 9.100 ad Antonimina; 16.145 euro a Brancaleone; 20.000 a Cassano allo Ionio; 20.000 a Catanzaro; 16.000 a Francavilla Marittima; 595.000 a Gioiosa Jonica; 3.981 a Gizzeria; 22.260 a Rovito; 20.180 a Santa Severina; 14.286 euro a Squillace; 18.965 a Vaccarizzo Albanese; 3.080 euro a Verbicaro; 20.000 a Gerace; 14.986 Serra San Bruno; 389 euro a Trebisacce e 12.664 al Comune di Palmi. Infine, informa la Ragioneria, circa 1.900.000 euro sono stati versati per Por Fse 2007/2014 e circa 400.000 euro vengono utilizzati per pagamenti vari e Por Fesr 2007/2013 per i settori Agricoltura e Lavori pubblici. Tutti i pagamenti sono stati effettuati senza intaccare il plafond annuale fissato dalle norme che regolano il patto di stabilità .

Fonte: Regione Calabria.

Data: 23 settembre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com