Rogliano, successo per (di)vino Savuto. Percorso eno-gastronomico con concerti di musica e spettacoli culturali

divino Savutots1MIGLIAIA di persone hanno preso parte, nei giorni scorsi, alla seconda edizione del “(di)vino Savuto” (nelle foto) – iniziativa finalizzata alla promozione del “rosso” con contorno di musica e spettacoli. Protagonista ad Expo 2015 il doc Savuto, ricordiamo, è tra i più antichi e conosciuti tant’è che fonti storiche riferiscono di una tradizione risalente addirittura all’epoca greco-romana. Lo scrittore e regista cinematografico Mario Soldati, per esempio, in un suo libro-reportage sulla civiltà rurale ed enogastronomica ha parlato di questo vino come uno dei più celebrati della provincia di Cosenza. Si tratta infatti di un doc di colore rosso rubino, dal sapore pieno, persistente e dal profumo speziato, ottenuto da uve (in origine Magliocco, Greco Nero, Pecorello e Malvasia) provenienti dalle zone Britto (Marzi), Sperti (Marzi-Rogliano), Timpe (Rogliano), Petrisi Serra (Scigliano), poste in un’area geografica molto caratteristica dal punto di vista paesaggistico e microclimatico. La manifestazione si è aperta con una conferenza di presentazione alla presenza del sindaco Giuseppe Gallo, del presidente del Gruppo di Azione Locale, Lucia Nicoletti, del rappresentante dell’associazione Rublanum Alternative, Andrea Falbo, e del responsabile regionale dell’associazione nazionale sommelier, Gennaro Convertini. E’ seguito un brindisi di benvenuto, quindi l’apertura dell’itinerario lungo il Corso Umberto con degustazioni (Colacino, Antiche Vigne, Area Tirone) e momenti di folklore. Un viaggio tra luoghi, odori e sapori che ha portato alla riscoperta delle vecchie e caratteristiche tavernette del centro storico, coinvolgendo un pubblico piuttosto ampio e variegato che ha segnato, tra gli altri, la presenza di una comitiva di studenti provenienti da Canton (Cina). Legata alla riscoperta del territorio e della microstoria, la proposta di “Rublanum Alternative” è finalizzata al rilancio delle produzioni tipiche anche (e soprattutto) come elemento culturale. Iniziata con l’arrivo della locomotiva a vapore completa di vetture d’epoca con a seguito un folto gruppo di turisti, la giornata si è conclusa con il concerto del gruppo “RadioAut” e la recita di alcuni versi a cura del poeta e scrittore Daniel Cundari.

Gaspare Stumpo

Data: 17 novembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com