Rogliano, riattivato il Centro di Accoglienza per richiedenti asilo. La struttura di località ‘Manche’ era stata chiusa nel 2013

Rogliano, Centro di accoglienza per migranti tsLA PREFETTURA di Cosenza ha riattivato il centro di accoglienza temporanea per richiedenti asilo di località Manche (nella foto), in territorio di Rogliano. La struttura era stata chiusa nel 2013 in seguito alla cessazione della gestione straordinaria della cosiddetta Emergenza Nord Africa. Dall’agosto 2011 vi avevano soggiornato un centinaia di immigrati di diversa nazionalità e diverso credo religioso. Due intensi anni durante i quali, ricordiamo, non erano mancate le polemiche e nemmeno i momenti di tensione tra gli ospiti. L’esperienza si era conclusa con il passaggio delle competenze dalla Protezione Civile al Ministero degli Interni e, comunque, dopo che la quasi totalità degli immigrati aveva ricevuto il permesso di soggiorno per ragioni umanitarie. Un lasso di tempo in cui, nonostante le difficoltà, i profughi avevano ricevuto assistenza (anche culturale) integrandosi nella Comunità grazie alla generosità e al senso di ospitalità dei roglianesi. Da alcune ore il Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo (C.a.r.a.) è di nuovo attivo grazie al provvedimento con cui la Prefettura di Cosenza vi ha disposto il trasferimento del gruppo di migranti, uomini e donne, perlopiù nigeriani e gambiani. Realizzato in una ex struttura ricettiva, il Centro di accoglienza per cittadini stranieri è situato in una zona di campagna compresa nella immediata periferia di Rogliano.

Gaspare Stumpo

Data: 13 dicembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com