Bianchi, l’Istituto omnicomprensivo celebra la “Festa dei Nonni”. Manifestazione tra frasi, testi poetici, canti e tanti ricordi

L’Istituto omnicomprensivo Bianchi-Scigliano ha raccolto l’invito della neo dirigente scolastica Enrica Pascuzzo e in occasione della ricorrenza nazionale del 2 ottobre “Festa dei Nonni” ha festeggiato i veri e propri “angeli custodi” dei bambini per l’appunto i nonni. Visibilmente emozionati ma felici, i nonni hanno raccolto con entusiasmo l’invito della scuola di recarsi nell’aula magna del “Don Bosco” di Bianchi. Ad accogliere la numerosa schiera di ultra sessantacinquenni i docenti e il personale ata, che insieme agli alunni hanno riservato attenzioni e affetto un giorno tutto per i nonni, al punto che le mamme e i papà sono rimasti a casa.

Il professore Rino Pascuzzo, delegato dalla dirigente, portando i saluti e gli auguri ai nonni e nonne presenti, ha ricordato che in Italia la ricorrenza è stata istituita nel 2005, con la legge n. 159 del 31 luglio, con lo scopo di incentrare l’attenzione delle famiglie sul ruolo di primaria importanza svolto dai nonni e nonne e, aggiunge: <<la nostra scuola, riconoscendo fondamentale il ruolo dei nonni, non poteva non dare risalto a queste figure così importanti nell’ambito della famiglia. I nonni – spiega Pascuzzo, rappresentano un ponte tra il presente e il passato nel quale affondano profondamente le nostre radici e ci ricordano sempre, chi siamo e da dove veniamo>>. Guidati dai propri insegnanti gli alunni dell’Infanzia, Primaria e Secondaria si sono cimentati in recitazioni di frasi, testi poetici e canti, anche in lingua inglese e francese, il tutto in onore dei loro nonni, emozionati e felici della sorpresa.

In un clima di gioia, i nonni sono stati sottoposti a numerose domande dagli alunni-nipoti (come era la scuola ai tuoi tempi; come si comportavano i maestri; le aule e gli arredi; i passatempo; i compiti ecc.) e con garbo e commozione hanno risposto e ringraziato la scuola per questo atto di riconoscimento e di amore. Nel corso della manifestazione non sono mancate alcune testimonianze di ex docenti e personale ata in pensione, tra l’altro è stato sottolineato che i nonni “non sono inutili o un peso per la famiglia, bensì sono un punto di riferimento, sempre pronti all’occorrenza ad affrontare qualsiasi tipo di aiuto (accudire, raccontare le fiabe, aiutare i nipoti nei compiti ecc.).

I nonni, senza nulla chiedere in cambio mettono a disposizione dei nipoti il proprio tempo, dando un aiuto fondamentale ai genitori che lavorano, e non per ultimo non si tirano indietro ad aiutare anche economicamente i propri figli. Infine ai nonni è stato consegnato un attestato di merito “Nonni migliori del mondo”.

Pasquale Taverna

Data: 04 ottobre 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com